L’altra faccia della pelliccia

Se si parla di pellicce, normalmente si tratta un problema morale o etico o estetico: ci si chiede se sia giusto o meno uccidere degli animali per pura vanità.

A nessuno mai è passato per la mente che la pelliccia di
visone abbia provocato una catastrofe ecologica e invece si!

Nei paesi dell’Est europeo, alcuni visoni americani (Mustela vison)
sono riusciti a sfuggire a degli allevamenti e, raggiunta la
libertà, essendo una specie più forte e più
adattabile hanno soppiantato le scarse popolazioni di visone
europeo (Mustela lutreola).
Oggi il visone europeo è praticamente scomparso, la specie
americana invece si è perfettamente adattata al nostro
territorio, il che significa che mentre il visone europeo aveva
abitudini alimentari consone al suo habitat, quello americano si
nutre invece di alcune specie che erano precedentemente salve da
predatori.

Per fare un esempio umanizzato: noi italiani abbiamo una buona
popolazione di balene nel mediterraneo che non vengono considerate
cibo, se la razza giapponese prendesse il sopravvento nel nostro
paese è probabile che considereremmo ben presto le balene
come cibo.
Con conseguente estinzione delle balene, aumento spropositato di
Krill nei nostri mari, etc etc.

 

Articoli correlati