L?Amazzonia produce CO2?

La forte siccit

L’Amazzonia è la foresta che
più di ogni altra al mondo contribuisce ad assorbire CO2.
Tutto vero nella teoria, ma nel 2010 la realtà è
stata diversa. La grave
siccità
che ha colpito il Brasile lo
scorso anno, infatti, ha fatto sì che la foresta più
grande della Terra abbia contribuito a produrre anidride carbonica
invece di assorbirla. Ad affermarlo sono alcuni scienziati della
University of
Leeds
attraverso uno studio che verrà pubblicato sul
prossimo numero di Science.

È la seconda volta che succede in dieci anni. La prima
avvenne nel 2005, cioè nell’anno che – proprio insieme al
2010 – ha fatto registrare la temperatura media globale più
alta dall’inizio delle misurazioni.

La causa principale di questo episodio è la
forte siccità che ha causato la morte di
diversi alberi per mancanza di acqua. Ma, ancora una volta, per
spiegare il verificarsi di un episodio (la siccità)
così anomalo per ben due volte in soli dieci anni, gli
studiosi consigliano di guardare all’aumento delle temperature. Il
rischio è che si crei un circolo vizioso difficile da
spezzare.

Secondo
Simon Lewis
, uno dei ricercatori che ha
partecipato allo studio, “due siccità inusuali ed estreme
che si verificano nell’arco di un decennio possono ampiamente
compensare il carbonio assorbito dalle foreste amazzoniche rimaste
intatte in quel periodo. Ma se eventi come questo accadessero
più spesso, la foresta amazzonica potrebbe raggiungere un
punto in cui passerebbe da essere un prezioso serbatoio di carbonio
che contribuisce al rallentamento dei cambiamenti climatici, ad una
delle principali fonti di gas serra che accelererebbero gli effetti
sul clima”.

Articoli correlati