L’Amazzonia si salva su Facebook

Chi trova un amico… salva l’Amazzonia! E’ l’iniziativa di Greenpeace per trovare, grazie ai social network, più persone possibile per firmare la petizione in favore della foresta.

Sei pronto a scovare quanti più amici possibile? Il
potere dei social network è nelle tue mani. Tradotto in una
frase, è questa l’idea promossa dall’organizzazione
ambientalista per salvare l’Amazzonia dal rischio deforestazione.
La legge approvata recentemente dal
parlamento di Brasilia, infatti, prevede la possibilità di
convertire la foresta in terreni agricoli e da pascolo.

 

Così Greenpeace ha deciso di lanciare la campagna
“Brazilian friend finder”. Ovvero chiedere a ogni persona, ovunque
del mondo, di usare la rete di amici legata ai propri social
network, da Facebook a Twitter, per “scovare” quanti più
brasiliani possibile disposti a firmare la proposta di legge volta
a migliorare e rendere più sostenibile l’attuale codice
forestale. Solo se la petizione raggiuge quota 1,4 milioni di
firme, il congresso del Brasile sarà costretto a esaminare
la proposta.

Articoli correlati