L’auto che parla del futuro

Un evento importante nel campo della ricerca applicata all’automobile. Si chiama H2Roma e cercherà di trovare soluzioni per il futuro della mobilità .

L’auto parla del suo futuro, la ricerca disegna il percorso.
‘Auto e mobilità per la città del futuro’ è il tema della quarta edizione dell’evento H2 Roma, che si terrà martedì 8 e giovedì 9 novembre ’05, presso la Sala Convegni del Consiglio Nazionale delle Ricerche, a Roma, piazzale
Aldo Moro 7.

Muoversi  senza inquinare, poter amare l’auto senza rimorsi per
l’ambiente e senza emettere fumi dannosi per la stessa salute
umana.

A “H2 Roma”, l’annuale appuntamento di riferimento
dell’innovazione automobilistica, tutte le ultime novità e
le tendenze che non trovano spazio e attenzione negli altri saloni internazionali dell’auto, concentrati sulle proposte immediate e più che su quelle in corso di sviluppo.

“Auto e mobilità per la città del futuro” è il tema del 2005. La  mobilità sostenibile è infatti una questione cruciale del  vivere quotidiano e tutte le città europee stanno affrontando sempre più energicamente la sfida della
riduzione dell’inquinamento da traffico, della fluidità di circolazione,
del consumo di  risorse non rinnovabili.

Su questi fronti i grandi costruttori auto stanno portando
avanti progetti che lasciano ben capire quale può essere
l’auto di domani.

L’auto  ha voglia di futuro, questo è certo. L’ormai
anacronistico e perverso meccanismo mondiale che si nutre di
petrolio rischia di stritolarla. L’oro nero ancora c’è in
molti giacimenti, è certamente vero, ma la quotazione del
barile, con la sete di risorse energetiche che aumenta senza
tregua, ha già ampiamente dimostrato di poter schizzare
fuori controllo in qualsiasi momento. E la questione ambientale
è ormai un problema pressante in molte aree del pianeta per
il mercato automobilistico e per la stessa percezione del “prodotto
auto” da parte del pubblico.

Tutti i grandi gruppi automobilistici paiono pronti, o quasi, ad
affrontare un cambiamento epocale. Tutti hanno capito
perfettamente che per il loro prodotto, passione e fonte di lavoro
e reddito per milioni di persone in tutto il mondo, c’è
bisogno di un domani che vada oltre il petrolio.

Eppure la strada dell’auto pulita e senza petrolio non è
ancora completamente tracciata. E questo è il progetto
chiamato “H2 Roma”: riunire a Roma, in Italia, i più
importanti costruttori mondiali e far presentare loro progetti e
opportunità, per valutare il reale stato di avanzamento con
il fondamentale contributo della Ricerca Indipendente
(Università, Cnr, Enea), con la Stampa, con gli operatori ed
il pubblico. Con in mostra prototipi e prodotti che dimostrino le
reali possibilità di sviluppo delle idee presentate.

4° incontro scientifico internazionale
aperto al pubblico e gratuito previa
registrazione.
Quando:
Il giorno 8 novembre: “L’auto del futuro” vede la presenza dei
leader mondiali dell’auto: Bmw, Daimler Chrysler, Ford, General
Motors, Honda, Toyota e Volvo, riuniti per l’occasione a Roma.
Il giorno 9 novembre “Il punto di vista della ricerca”: le
istituzioni e la Ricerca Indipendente mostrano lo stato dell’arte e
disegnano il percorso verso la mobilità
sostenibile.
Dove:
Roma, Piazzale Aldo Moro 7 – Sala Convegni del Consiglio Nazionale
delle Ricerche con area espositiva delle tecnologie più
avanzate nel settore della mobilità sostenibile.

 

Articoli correlati