L’auto-volante diventa realtà

Un’azienda statunitense ha creato, sviluppando il progetto di un gruppo di studenti del Mit, il primo mezzo in grado sia di volare che di camminare su strada.

Potrebbe sembrare una stranezza, una scena da telefilm anni ’80.
Invece la prima automobile con le ali è una solida
realtà, tanto che verrà lanciata l’anno prossimo
negli Stati Uniti a 194 mila dollari: è in tutto e per tutto
un aereoplano, ma è capace di correre su strada, fino a 140
km/h (in volo, invece raggiunge i 185 km/h).

A costruire il veicolo, denominato “Transition”, è stata la
compagnia statunitense Terrafugia, sulla base di
un progetto sviluppato da un gruppo di laureati del
MIT (Massachusetts Institute of
Technology): l’auto-volante è riuscita anche a farsi
accreditare come “aereo sportivo leggero” dalla Federal Aviation
Administration
(FAA).

Il progetto di un’auto volante ha a lungo catturato l’attenzione
dei ricchi uomini d’affari, dei piloti e degli ingegneri. La
circolazione dei veicoli attualmente tende sempre più ad
essere congestionata.

La vettura è in grado di trasformarsi da auto normale ad
auto volante in soli 30 secondi, premendo un solo tasto
dall’interno: in questo modo la vettura diventa larga solo 2 m e
può trovare posto anche in garage. Spinta da un motore Rotax
da 100 CV, in volo la Transition è in grado di raggiungere i
185 km/h ed ha un’autonomia di circa 740 km grazie a un serbatoio
da circa 90 litri. Funziona a semplice benzina verde. In strada, la
trazione è sulle ruote anteriori, riducendo la
velocità a circa 140 km/h e con un litro di benzina percorre
oltre 10 km a circa 110 km/h.

Articoli correlati