Antiche culture

La medicina olistica è sempre esistita. Tutte le antiche culture hanno elaborato i loro metodi di cura secondo questa concezione:

La medicina olistica è sempre esistita. Tutte le antiche
culture hanno elaborato i loro metodi di cura secondo questa
concezione: gli Huna delle Hawaii, gli sciamani siberiani, gli Inca
delle Ande, gli aborigeni australiani, la tradizione indiana,
tibetana e cinese, così come quella greca, romana e celtica.
Pur con grandi differenze linguistiche e concettuali, tutte hanno
come punto in comune la visione olistica, cioè integrata
dell’essere umano, che va quindi curato non solo nel corpo, ma
anche nella mente e nello spirito.

Le antiche medicine riconoscevano nell’anima il centro della
complessa unità psicofisica umana e il perno essenziale
dell’intero sistema di guarigione. Il modello psicosomatico
olistico, che deriva dall’antico modello tantrico dell’essere
umano, quasi certamente il più complesso e articolato della
storia umana, considera sette livelli di realtà, da quella
più fisica a quella più spirituale, ad ognuno dei
quali corrisponde una sua specifica forma di cura e guarigione.

Ogni medicina, scienza o arte che consideri l’essere umano nella
sua totalità di corpo, mente e anima, può
considerarsi olistica. Questa visione integrata rinasce negli
ultimi decenni anche nella cultura occidentale, come componente
essenziale di una nuova esigenza, emergente in una larga fascia di
opinione. Parallelamente all’ecologia, che si occupa della salute
globale dell’ecosistema Terra, la medicina olistica si interessa
della salute globale degli esseri umani.

Caratteristica della nuova cultura è proprio quella di
prendersi cura di sé, di alimentarsi in modo sano e
naturale, di liberarsi da emozioni e pensieri negativi, di
comprendere le ragioni profonde delle nostre azioni e, infine, di
evolvere umanamente e spiritualmente.

Nella nostra cultura, la medicina olistica è ancora una
neonata e quindi lontana dall’esprimere pienamente le sue
potenzialità. Sotto il vasto termine di medicina olistica si
trovano oggi migliaia di tecniche, di soluzioni terapeutiche, di
differenti concezioni, linguaggi e visioni del mondo, ma tutte,
come già detto, considerano l’essere umano come
un’unità di coscienza, in cui coesistono differenti piani o
corpi, in un equilibrio psico-energetico che, se si ferma o si
squilibra, genera malattia e dolore.

Dott. Nitamo Federico Montecucco
Medico psicosomatico olistico

Articoli correlati
La vita vissuta in armonia

“Ognuno deve vivere ogni suo momento con l’intensità con cui lo vivrebbe se fosse il primo attimo del nascere o l’ultimo istante del morire”.

Quale posizione adottare quando si medita

Gli insegnamento del Ven. U-Vivekananda relativi alla posizione corretta da assumere durante la meditazione Vipassana, con indicazioni preziose e utili anche per altre tecniche meditative in posizione seduta.

Elogio dell’agire

Marco Aurelio ed Epitteto c’insegnano che “la vita buona” non consiste nel vuoto parlare, bensì nell’agire.