L’illuminazione in vasca da bagno di Leonard Orr

Dall’illuminazione in vasca da bagno Orr, ha sviluppato una tecnica nuova, dalle radici antiche, per scaricare tensioni profonde e revitalizzarsi.

Immaginate di starvene tranquillamente sdraiati nella vasca da bagno, immersi nell’acqua calda, ad occhi chiusi, rilassati.
Immaginate anche di respirare profondamente e senza pause, quasi a fare un po’ di yoga “casalingo”. E respirando-respirando, immaginate che di colpo si scatenino nel vostro corpo una serie di reazioni strane, mai provate, intense e coinvolgenti anche emotivamente. Una specie di illuminazione, di burrasca fisico-emotiva, come se gli elementi della natura si scatenassero dentro di voi, anziché fuori. Poi, come in ogni temporale che si rispetti, poco per volta, ritorna la pace. Ma non è una semplice calma, è qualche cosa di più: corpo e psiche sono abbandonati, ripuliti dalle scorie e rivitalizzati in profondità. Uno stato di benessere e di rigenerazione intensa e fertile.

Questa “illuminazione in vasca da bagno” è stata in realtà l’esperienza vissuta in una giornata qualunque del 1964 da Leonard Orr, un signore statunitense appassionato di filosofie e pratiche orientali, come gran parte dei suoi coetanei occidentali in quegl’anni. Orr soffriva di una forma depressiva che cercava di gestire aiutandosi con lo yoga e altre pratiche meditative applicate da autodidatta.

L’esperienza dell’illuminazione in vasca da bagno fu per la sua esistenza un punto di svolta sostanziale. I sintomi depressivi si ridussero fortemente ed egli ebbe un’intuizione che gli permise di dare origine ad un metodo oggi diffuso in tutto il mondo, il Rebirthing, e di sviluppare una ricerca che cambiò in maniera profonda la qualità della sua vita.

Milena Screm

Articoli correlati