L’infanzia giocata

L’Organizzazione Mondiale di Sanit

L’incontro dei ministri europei si svolgerà a Budapest
tra il 23 e il 25 giugno. Dovrebbero essere prese delle decisioni
politiche rivolte a migliorare l’ambiente e renderlo più
sicuro e più sano specificatamente per i bambini. Alla fine
della conferenza verrà redatta una dichiarazione con un
piano di azione per l’Europa.

Mentre si spende sempre di più per i bambini in giochi,
vestiti e studi, altri bisogni vitali sono diventati un vero lusso:
aria pulita e mobilità. L’ambiente esterno alla casa e alla
scuola è spesso tale che o per inquinamento o per pericolo
di traffico i bambini si trovano letteralmente imprigionati non
avendo alcuna possibilità di uscire all’aperto
spontaneamente. Le statistiche europee mostrano che ogni 10’000
bambini, 2,7 tra 0 e 4 anni muoiono a causa dello smog, 1,9 a causa
dell’inquinamento indoor, 3,1 in incidenti stradali (tra 0 e 19
anni). Complessivamente un terzo dei bambini che muoiono in Europa
vengono uccisi dagli effetti di una forma di inquinamento. Nei
paesi dell’Est la situazione è più drammatica che nel
resto dell’Europa dove misure antiinquinamento sono state prese
molto prima e hanno avuto il loro effetto.

Sulla base di questa situazione verterà l’incontro dei
ministri europei.

Rita
Imwinkelried

Articoli correlati
Conto termico: stanziati gli incentivi

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che stanzia i circa 900 milioni di euro l’anno per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici esistenti, attraverso un sistema di incentivi…

Il fotovoltaico diventa solidale

Conergy, azienda tedesca con sede anche nel nostro Paese, ha realizzato un nuovo impianto fotovoltaico per la Yaowawit School and Lodge, la casa di accoglienza e di formazione gestita dall’organizzazione…

La Bp pagher

La Bp ha ammesso le sue colpe e ha deciso di mettere la parola fine ai negoziati con i delegati dell’amministrazione Obama. La società britannica si è dichiarata colpevole dell’intero…

Il sole in Val di Non produce elettricit

Un impianto da 511,20 kWp di potenza in grado di produrre più di 500 MW all’anno, arrivando a coprire più del 34% del fabbisogno energetico dello stabilimento di produzione della…