E lo scudetto del fotovoltaico va all’Italia

L’Italia si piazza al primo posto per nuova capacità fotovoltaica installata e connessa alla rete nel 2011 nel mondo. Con il 33 per cento del totale, il nostro paese è…

L’Italia si piazza al primo posto per nuova capacità
fotovoltaica installata e connessa alla rete nel 2011 nel mondo.
Con il 33 per cento del totale, il nostro paese è riuscito a
spodestare per la prima volta la Germania, unico vero competitor,
ferma al 27 per cento. Al terzo posto si piazza la Cina, che
però non ha superato il 7 per cento. In totale i primi dieci
paesi hanno coperto il 90 per cento della potenza fotovoltaica
installata lo scorso anno.

Questi i dati dell’Associazione dell’industria europea del
fotovoltaico (Epia) che mostrano come
l’Italia abbia connesso alla rete elettrica 9 gigawatt (GW). Un
risultato notevole se si considera che nel 2010 erano stati
installati “solo” 2,3 GW. La Germania ha installato 7,5 GW nel
2011, ma rimane al vertice della classifica complessiva con 24,7 GW
fotovoltaici a fronte dei 12,5 GW dell’Italia.

Ovviamente il forte balzo in avanti è direttamente
legato alla
politica degli incentivi
che il governo
italiano ha messo a disposizione, tra alti e bassi, a partire dal
2010. Ma l’incertezza legislativa e l’instabilità politica
sono due dei problemi che l’Italia deve risolvere per consentire
uno sviluppo delle rinnovabili sano e prevedibile sul lungo
periodo.

I programmi energetici dei prossimi anni devono concentrare la
propria attenzione anche su altri aspetti, più strutturali.
Come la creazione di collegamenti
rapidi
e in grado di sostenere flussi di
elettricità discontinui, come quelli generati dalle
rinnovabili, e il sostegno diretto delle amministrazioni
locali.

Articoli correlati