L’onda e l’oceano

La vita spirituale è parte della nostra vita biologica. Ne è la parte più elevata, ma pur sempre una parte integrante” nell’oceano dell’emotività

La dimensione transpersonale comprende esperienze che finora
venivano prese i considerazione solo in ambiti religiosi o
esoterici. Intuizione, creatività, ispirazione, espansione
di coscienza, estasi, illuminazione, vengono ora riconosciute e
studiate come esperienze proprie della natura umana, capace di
trascendere i confini che la percezione e la dimensione quotidiana
impongono, per farci riconoscere parte di un tutto più
vasto.

“La vita spirituale è parte della nostra vita biologica. Ne
è la parte più elevata, ma pur sempre una parte
integrante”, scrive Maslow, tra i fondatori della psicologia
umanistica, studiato in tutte le facoltà di economia e
commercio senza però presentarne l’aspetto più
attento alla dimensione transpersonale.

Come un raggio di luce bianca attraversa un prisma, rifrangendosi
nei diversi colori dell’arcobaleno, così il nucleo centrale
del nostro essere si manifesta sul piano fisico in una
molteplicità di aspetti, che conosciamo come
personalità, pur conservando, a un altro livello, la sua
natura unitaria e luminosa. Sono semplicemente due aspetti della
stessa realtà, così come di un fiore possiamo
ammirare il colore e la forma, oppure scorgervi il moto baldanzoso
di elettroni roteanti.

Questo aspetto più sottile del nostro essere viene chiamato,
nella psicologia transpersonale, il Sé. Personalità e
Sé sono due aspetti di una unica evoluzione, così
come lo sono una valle e la cima svettante, e per ritrovare la
nostra natura spirituale dobbiamo operare sulla nostra natura
materiale.

Quotidiano e transpersonale non sono due dimensioni contrapposte
sono due aspetti di una unica realtà, ed è nella vita
di tutti i giorni, nelle più piccole cose che si esprime la
nostra crescente comprensione della totalità dell’esistenza.
Non c’è più posto per sentimenti piccoli e
separativismi nel cuore di chi ha compreso di essere sì
onda, piccola e limitata, ma di essere, sostanzialmente,
oceano.

Marcella
Danon

Articoli correlati