L'”orgasmo del cuore”

Secondo la Estrata, i cambiamenti neurochimici che accompagnano l’orgasmo, combinati con il cambiamento di percezione che provocano, possono anche minare i rapporti di coppia apparentemente più solidi.

A volte, problemi di carattere sessuale rovinano non solo le amicizie, ma anche i rapporti di coppia che partono subito molto incentrati sull’attrazione fisica. E forse questo avviene molto più spesso di quanto sospettiamo… O almeno, così assicura la studiosa americana Liz Estrata, autrice di “Peace Between the Sheets” (Pace tra le lenzuola: rapporti sessuali che guariscono), un libro rivoluzionario basato su tanti anni di ricerche e di esperienze personali.

Secondo la Estrata, i cambiamenti neurochimici che accompagnano l’orgasmo, combinati con il cambiamento di percezione che provocano, possono anche minare i rapporti di coppia apparentemente più solidi.

Per risolvere il problema, secondo la ricercatrice americana, non c’è bisogno di rinunciare al sesso o di apprendere complicate tecniche di controllo orientali, ma solo di modificare il nostro approccio all’intimità con il partner, divenendo consapevoli della “trappola biologica” che la Natura ci tende con l’orgasmo.

“In effetti”, spiega Liz Estrata, “la biologia ci incoraggia a riprodurci il più possibile, perciò ci offre una potente ricompensa per farlo: l’orgasmo, appunto. Purtroppo, però, questa ricompensa ha un prezzo occulto molto elevato. A livello neurochimico, l’orgasmo produce in una parte del nostro cervello un massiccio rilascio di dopamina, ovvero quella che è stata chiamata ‘la molecola della dipendenza’, perché presente proprio nelle sostanze stupefacenti. Ecco perché l’orgasmo ha comportamento ed effetti analoghi a quelli delle droghe. In entrambi i casi, gli ‘alti’ creati dalla dopamina sono seguiti da dei ‘bassi’ in cui i nostri recettori nervosi si regolano al livello minimo per difendersi da altri eccessi. Ecco perché anche le overdose di piacere sessuale possono portare danni nervosi”.

E’ dunque molto importante, secondo la Estrata, evitare gli effetti negativi della dopamina, incentrando le proprie effusioni amorose, a livello fisico, sugli abbracci e sulle coccole, fino ad arrivare gradualmente a rapporti sessuali, senza però raggiungere l’orgasmo. Questo modo di praticare l’intimità della coppia produce, invece della dopamina, le celebri endorfine, e in particolare l’ossitocina. Si tratta di un ormone benefico che, oltre ad avere effetti anti-età, regala quello che Liz Estrata definisce un “orgasmo del cuore”, ovvero un senso di benessere sereno, senza alti e bassi, che scaturisce dalla ricerca non del piacere ma della vera unione di coppia.

 

Articoli correlati
La rivoluzione sessuale di Reich

Pioniere della moderna sessuologia, lo psicoterapeuta Wilhelm Reich ha richiamato l’attenzione sul rapporto tra funzione sessuale e salute psicologica.

Nel mondo degli afrodisiaci

Le prime testimonianze scritte dell’uso di afrodisiaci si trovano nella scrittura a caratteri cuneiformi dei Sumeri, negli antichi papiri egizi e nelle incisioni su osso degli antichi oracoli cinesi.

Il mitico Punto… G

Funziona con gli stessi meccanismi che regolano il piacere maschile. La sua dimensione è variabile, ma normalmente non supera la grandezza di una piccola moneta.

Problemi di erezione o l’impotenza

Per indicare l’incapacità del maschio di raggiungere un’erezione sufficiente a consentire un rapporto sessuale soddisfacente viene spesso usato impropriamente il termine “impotenza”.

L’organo regolatore della potenza sessuale

Per la medicina cinese il “rene” comprende anche le ghiandole surrenali e il sistema riproduttivo,la sua azione, poi, non si limita al piano fisico ma stabilisce la connessione tra psiche e corpo e regolano l’energia sessuale accumulata nel sangue.