La colonna allo specchio nel piede

Una particolare corrispondenza, tra piede e colonna vertebrale, consente un trattamento mirato, vertebra per vertebra, di molte problematiche legate alla schiena.

Se proviamo a guardare il profilo interno del nostro piede e lo
confrontiamo con l’immagine della nostra colonna vertebrale,
riconosceremo subito una particolare simmetria, o anatomica
analogia, fra le curve che caratterizzano queste diverse parti del
corpo.

Nel piede troviamo infatti esattamente proiettate le curve
fisiologiche della colonna (lordosi cervicale, cifosi dorsale,
lordosi lombare, osso sacro), ben riconoscibili sia nella visione
plantare, dal punto di vista cioè della pianta del piede,
sia in quella mediale o laterale (o del profilo interno).

Per fare un esempio la prima falange dell’alluce, insieme al
profilo del polpastrello riflette, anche visivamente, la forma
della nuca e la rotondità del cranio mentre la seconda
falange richiama l’immagine del collo e della cosiddetta lordosi
cervicale.

Man mano che si scende poi verso il tallone, ecco la curva (cifosi)
formata dalle vertebre toraciche, che corrisponde all’articolazione
metatarso-falangea, e la grossa lordosi lombare proiettata in
quello che viene comunemente definito l’arco plantare. Nel tallone
infine, si trovan riflessi l’osso sacro ed il bacino. Tecnicamente,
esiste una corrispondenza precisa tra queste zone riflesse ed una
possibilità di intervento terapeutico da operarsi, per
così dire, “a distanza”.

Ma ecco la cosa più curiosa e singolare: ciascuno ha
esattamente il “suo” piede, che corrisponde alla forma della sua
colonna. Ogni variazione di questa complessa struttura portante, si
riflette con precisione in una analoga formazione (o deformazione)
del piede.

Un appiattimento della curva lordotica lombare, ad esempio, dovuto
ad errore posturale come il basculamento anteriore del bacino,
comporta un analogo appiattimento dell’arco plantare del piede.

Al contrario, l’aumento della curva lordotica lombare determina,
nel piede, un’accentuazione della sua parte cava.

Loredana
Filippi

Articoli correlati