Cosmesi naturale

Per le mani, crema al cioccolato bianco e altre delicatessen

L’inverno e il gelo mettono la pelle a dura prova. Le creme per le mani in commercio, con glicerina o petrolati, non sempre sono giuste. Ecco alcune ricette naturali

Il freddo e i suoi effetti sulla pelle, li conosciamo tutti. Rossore, secchezza e altri disagi. Specie per le mani. Non tutti invece sanno che le creme in commercio potrebbero non essere la soluzione più indicata. L’effetto protettivo della glicerina non è eccellente, mentre vaselina e paraffina sono derivati dal petrolio, si ottengono dai residui di petrolio come sottoprodotto delle raffinerie. In più, il loro effetto idratante è finto. Nel senso che trattengono acqua e impediscono la traspirazione – un po’ come farebbe il cellophane – e… sappiamo bene cosa succede a livello microbiologico in quelle condizioni di umidità e di difetto di traspirazione.

Crema balsamo al cioccolato bianco

Vera leccornia per la pelle, questo balsamo semisolido è ricco di sostanze emollienti, idratanti, restitutive. E’ ottimo come cosmetico multiuso, compatto e leggero.

30 grammi di cioccolato bianco; 50 grammi di cera vergine d’api; 50 grammi di olio di cocco; 1 cucchiaio di olio di girasole spremuto a freddo (è importante); 20 gocce di olio essenziale di lavanda; 5 gocce di olio essenziale di ylang ylang (oppure 30 gocce di olio essenziale di arancio dolce)

Come si fa 

Mettete l’olio di cocco e la cera d’api in un pentolino a bagnomaria fino a far fondere completamente. Aggiungete il cioccolato e l’olio di girasole, ottenendo un fluido omogeneo. Togliete dal bagnomaria per far raffreddare un po’ e aggiungete gli oli essenziali. Versate in un piccolo stampo, ad esempio il vasetto di plastica degli yogurt, e mettete in frigorifero. Dopo almeno un’ora estraete il balsamino dallo stampo: chiuso in un sacchettino o in un barattolo si conserva a temperatura ambiente per 2 mesi, il doppio in frigo.

crema al cioccolato bianco
La crema al cioccolato bianco è protettiva e delicata.

Come si usa:

Subito dopo essersele lavate, passarsi tra le mani bagnate il panetto di balsamo come una saponetta.

Crema alla calendula per pelli fragili

Particolarmente adatta alle pelli sensibili, tendenti all’arrossamento e alla couperose.

1 pezzetto di cera d’api grande quanto una nocciola; 3 cucchiaini di oleolito di calendula (già fatto con capolini di calendula fatti macerare in olio extravergine d’oliva per 30 giorni); 1 cucchiaio di acqua distillata di fiori o di acqua tonica all’argilla; 10 gocce di olio essenziale di geranio; 5 gocce di olio essenziale di lavanda

Come si fa

Mettete la cera in un pentolino e ponete a bagnomaria. Quando la cera si sarà dissolta completamente aggiungete l’olio. Tolto dal fuoco, unirvi l’acqua a goccia a goccia, come nella maionese. Aggiungete gli oli essenziali.

crema alla calendula
La crema per le mani alla calendula è utile per le pelli fragili.

Crema base per le mani

E’ poi possibile personalizzare con le essenze preferite questa base idratante, emolliente, restitutiva, protettiva.

1 pezzetto di cera d’api grande quanto una nocciola; 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva; 1 cucchiaio di acqua distillata di fiori o di acqua tonica all’argilla; 15 gocce di olio essenziale a scelta

Come si fa

Mettete la cera in un pentolino sciogliendola a bagnomaria. Aggiungete l’olio e togliete dal bagnomaria. Mentre si raffredda, mescolate di continuo. L’acqua va aggiunta goccia a goccia. Aggiungere infine l’olio essenziale mescolando bene. La crema si conserva in un vasetto a temperatura ermetica per 2 mesi a temperatura ambiente e il doppio in frigo.

Come si usa

Bagnate le mani con un po’ di acqua di fiori o all’argilla, applicate una piccola dose di crema e massaggiare.

crema base per le mani alla cera d'api
La cera d’api è emolliente.

Siamo anche su WhatsApp. Segui il canale ufficiale LifeGate per restare aggiornata, aggiornato sulle ultime notizie e sulle nostre attività.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Articoli correlati
10 rossetti vegan, dal rouge totalmente trendy al gloss naturale

Sembra incredibile, ma una donna “mangia” in media l’equivalente di due rossetti l’anno. Appare perciò più che comprensibile, in aggiunta all’aspirazione a compiere acquisti coerenti con le proprie scelte etiche, che possa nascere il desiderio di puntare su formule prive di sostanze appartenenti al regno animale, ovvero vegane. Il concetto da tenere in mente, a questo punto, è

Ciglia più forti e belle con metodi naturali

Le vogliamo folte, lunghe e ben incurvate. Tant’è che spesso anche i mascara più tecnologici non riescono a soddisfarci totalmente. Possiamo però rinforzare le nostre ciglia e aiutarle a crescere meglio: vediamo insieme come