La dieta bruciagrassi

Caroline M. Shreeve spiega quali sono e come agiscono gli alimenti bruciagrassi, fermo restante che, per aiutare il metabolismo, bisogna incrementare l’attività fisica.

Si tratta di un programma dimagrante che comprende due settimane
di “dieta bruciagrassi rapida” e due di “dieta stabilizzante”.
Quest’ultima prevede una scelta più ampia di cibi e
incoraggia ad assumere abitudini alimentari più sane.

Il succeso del programma accellera il ritmo dei consumo dei grassi
corporei, si basa sui seguenti fattori:
Una dieta sana e nutrizionalmente sicura.
Un dimagrimento rapido e senza rischi.
Una buona scelta di alimenti azianti e facilmente reperibili.
Menu semplici e adattabili senza bisogno di calcolare le
calorie.
L’incoraggiamento ad assumere abitudini alimentari sane.

Nel libro si spiega quali sono e come agiscono gli alimenti
bruciagrassi fermo restante che, per aiutare il metabolismo,
bisogna incrementare l’apporto di ossigeno attraverso
attività aerobiche come la camminata veloce oppure mediante
specifici esercizi di respirazione.

L’indice glicemico è un fattore molto importante: studi
recenti hanno dimostrato che i carboidrati a basso contenuto di IG
riducono il livello di glucosio nel sangue e stimolano l’organismo
a bruciare maggiori quantità di grassi. Via libera a pane
multicereali, riso integrale, orzo perlato, pasta integrale, farina
d’avena, muesli senza zucchero, cereali con crusca ad alto
contenuto in fibre, patate dolci, funghi, legumi, broccoli,
carciofi, melanzane, mele, pere, arance, mandarini, pompelmo,
banane, miele, marmellata, latte di soia e suoi derivati.

Un elenco di alimenti ad apporto calorico negativo, alimenti
proteici bruciagrassi, insieme a consigli pratici e alle numerose
ricette appetitose e facili da preparare, sono parte integrante del
libro.

Articoli correlati
Ossigeno e cibo

La pratica abituale di attività di tipo aerobico si è molto diffusa negli ultimi decenni contro gli effetti di una vita sedentaria e dicibo troppo calorico