La Formula 1 a energia solare

SolarWorld No.1 Formula 1 : non inquina, non fa rumore, ma i suoi pannelli solari la spingeranno a 120km/h nella traversata del continente australiano.

La formula 1 si chiama SolarWorld No. 1 ed è un’automobile funzionante
solo ed esclusivamente ad energia solare.

Tra poche settimane, più precisamente dal 21 al 28
ottobre, sarà impegnata in una competizione straordinaria,
la 20esima edizione della World Solar Challenge, una specie di
Campionato Mondiale non ufficiale per automobili ad energia
solare.

SolarWorld No. 1, presentata nel corso di un evento organizzato
da SolarWorld in coincidenza con la 22ma Conferenza Europea
sull?Energia Solare Fotovoltaica di Milano, dovrà vedersela
con una nutrita concorrenza e cercare di essere la più
veloce nell?attraversare l?Australia da parte a parte coprendo una
distanza complessiva di tremila chilometri.

La macchina, che ha richiesto più di un anno di
progettazione in partnership con l?Università di Bochum,
è stata realizzata da SolarWorld, azienda leader nel mondo
nella produzione di pannelli fotovoltaici. E infatti sono proprio
delle celle solari incorporate nella carrozzeria del veicolo a
funzionare da motore propulsivo dalle prestazioni di tutto
rispetto.

SolarWorld No. 1 è lunga cinque metri. I materiali
innovativi utilizzati per costruirla hanno permesso di limitarne il
peso a soli duecento chili. La sua superficie è ricoperta
per sei metri quadrati da celle solari capaci di generare energia
sufficiente a spingere la macchina alla velocità massima di
120km/h e a un?andatura di crociera di 85km/h per tutto il
giorno.

Quello che oggi è un prototipo dalla linea accattivante
studiata per vincere una gara di importanza mondiale potrebbe
però un giorno diventare un?utilitaria per l?uso
quotidiano.

Uno dei requisiti fondamentali per poter partecipare al World
Solar Challenge, infatti, prevede che i veicoli impegnati nel
confronto presentino soluzioni progettuali applicabili alla vita di
tutti i giorni. Anche per questa ragione, la postazione di guida
del SolarWorld No. 1 è stata disegnata in modo tale da far
tenere al pilota una posizione eretta esattamente come all?interno
dell?abitacolo di qualsiasi automobile convenzionale.

Realizzando questo progetto, SolarWorld mira a generare
conoscenza ed a suscitare un crescente interesse tra le giovani
generazioni intorno ai progetti di ricerca sull?energia solare. Al
tempo stesso, SolarWorld No. 1 dimostra con le sue caratteristiche
che il progresso tecnologico in materia di energie rinnovabili
è pronto a garantire prestazioni tanto elevate da poter fare
una spettacolare entrata nel mondo dello sport.

A cura di: Ufficio Stampa
SolarWorld AG in Italia,
if&but
Network di Comunicazione

Articoli correlati