La mente è aria

Sempre collegato, per analogia, all’elemento alchemico “aria”, il flusso ininterrotto del pensiero umano nel tempo ha formato, attorno all’umanità un campo energetico.

Il cervello è la ghiandola che dirige e coordina il corpo
attraverso impulsi elettrici, indirizzati lungo il sistema nervoso.
Cervello ovvero neuroni, connessioni fisiche e nervose. Miliardi.
Mille miliardi di rapporti neuronali.

Un flusso di “quanti” di energia prorompono dalle cellule cerebrali
e le cellule di ogni organo le ricevono, le comprendono, ne
interpretano i significati e li eseguono. Sono le funzioni
intelligenti del corpo.

Ognuno di noi è un flusso energetico intelligente: entro il
quale il corpo si muove. E questo flusso produce un corrispondente
campo energetico.

In sintesi:

  1. vi è un campo energetico esterno;
  2. in esso vive un corpo che riceve e subisce le sue variazioni
    energetiche;
  3. nel corpo scorre un flusso energetico interno, diretto dagli
    impulsi energetici del cervello.

L’attività polmonare produce, irradia e concentra ovunque il
flusso dell’energia; tramite l’attività del cuore e la
circolazione sanguigna l’ossigeno si distribuisce nel corpo.
Il fulcro è il flusso dell’ossigeno, ovvero dell’aria: la
sua energia è in ogni parte del corpo, quindi anche nel
cervello. E’ la sua energia che produce e diffonde intelligenza
diffusa: un campo energetico esterno, intelligente e in movimento,
come l’aria.

Riflettendoci, ogni essere umano attinge l’aria da un immenso
serbatoio in movimento, un campo energetico di grandezza
planetaria: l’atmosfera. Ecco perché l’antica alchimia
collegava la mente con l’elemento “aria”.
La mente; anzi, l’attività mentale. O meglio: il flusso
ininterrotto del pensiero umano. O meglio ancora, del pensiero di
ogni uomo, per tutta la sua vita, e della razza umana nel corso
della sua lunga vita collettiva. Tutto questo è un lungo
flusso di energia intelligente che ha formato, attorno
all’umanità, un immenso campo energetico mentale. Una
atmosfera mentale. Ed, in essa, le menti.

Ancora, in sintesi:

  1. vi è un campo energetico esterno in movimento:
    l’atmosfera mentale;
  2. in esso, vive un corpo collettivo che riceve, subisce e
    trasmette le sue variazioni energetiche;
  3. nel corpo scorre un flusso energetico interno: impulsi
    energetici verso le menti e i cervelli degli individui.

Flavio Alterisi

Articoli correlati