La meritocrazia esiste…nel fotovoltaico

Il Fraunhofer Institute for Solar Energy Systems si è aggiudicato il premio europeo promosso da Earto (European Association of Research and Technology Organisations) per l’innovazione del fotovoltaico a concentrazione, considerata…

Il Fraunhofer Institute for Solar
Energy Systems
si è aggiudicato il premio
europeo promosso da Earto (European Association of
Research and Technology Organisations) per l’innovazione del
fotovoltaico a concentrazione, considerata “l’innovazione 2010
più promettente per le possibili applicazioni economiche e
sociali”.

La nuova tecnologia dell’istituto tedesco (attualmente in fase
sperimentale, ma in procinto di essere commercializzata nel 2011)
consiste in una struttura a tripla giunzione di un materiale
semiconduttore composto da vari elementi (gallio, indio, arsenico e
fosforo), applicati in strati multipli su un substrato di
germanio.

In questo modo la struttura della cella fotovoltaica è
in grado di sfruttare l’intera lunghezza d’onda della luce solare,
raggiungendo un’efficienza pari al 41,1 per cento, quasi doppia
rispetto alle normali celle di silicio.

A titolo di esempio, può essere concentrata su una sola
cella quadrata di 1 cm di lato la radiazione solare che incide su
una superficie di 500 o 1.000 cm quadrati, mentre con il
fotovoltaico tradizionale sarebbero necessarie 500 o 1.000 singole
celle.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Articoli correlati
Conto termico: stanziati gli incentivi

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che stanzia i circa 900 milioni di euro l’anno per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici esistenti, attraverso un sistema di incentivi…