La Nasa mappa l’altezza delle foreste mondiali

Realizzata grazie a tre satelliti Nasa,

Le indicazioni, oltre a dare stime precise della distribuzione e
della salute delle foreste, potrebbe infatti far capire meglio il
ciclo di questo elemento.

“Ogni anno l’uomo produce 7 miliardi di tonnellate di carbonio,
soprattutto sotto forma di CO2 – spiega Michael Lefsky, della
Colorado State University, sulla rivista Geophysical Research
Letters – 3 miliardi restano in atmosfera, mentre 2 sono assorbiti
dagli oceani. Il resto potrebbe essere ‘sequestrato’ proprio dalle
foreste, ma per capirlo dobbiamo avere un’idea esatta di quanta
biomassa esiste sul pianeta, e la mappa può essere molto
utile in questo”.

Dai dati raccolti dai tre satelliti ICESat, Terra e Aqua si vede
che le foreste più alte nel mondo sono nella parte ovest del
Nordamerica e nel sud est dell’Asia, mentre quelle europee e
asiatiche sono più basse. Le foreste di sequoie detengono il
primato con circa 40 metri di altezza media, mentre quelle di
querce e faggi più comuni in Europa si fermano a 25,
così come le foreste tropicali. Il programma
continuerà ora combinando questi dati con quelli sul volume
delle foreste, per ottenere un ‘inventario delle biomasse’ mondiali
e poter così verificare la partecipazione degli alberi al
ciclo del carbonio.

Ansa 22 luglio

Articoli correlati
Conto termico: stanziati gli incentivi

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che stanzia i circa 900 milioni di euro l’anno per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici esistenti, attraverso un sistema di incentivi…

Il fotovoltaico diventa solidale

Conergy, azienda tedesca con sede anche nel nostro Paese, ha realizzato un nuovo impianto fotovoltaico per la Yaowawit School and Lodge, la casa di accoglienza e di formazione gestita dall’organizzazione…

La Bp pagher

La Bp ha ammesso le sue colpe e ha deciso di mettere la parola fine ai negoziati con i delegati dell’amministrazione Obama. La società britannica si è dichiarata colpevole dell’intero…

Il sole in Val di Non produce elettricit

Un impianto da 511,20 kWp di potenza in grado di produrre più di 500 MW all’anno, arrivando a coprire più del 34% del fabbisogno energetico dello stabilimento di produzione della…