La natura in pericolo

Baldini&Castoldi

Basta una veloce lettura della prefzione per rendersi conto
dell’assoluta unicità di un personaggio come è
Leakey, e per stupirsi di fronte al coraggio di uomo che non si
è mai arreso alle minacce di organizzazioni criminali.

Sopravvissuto a numerosi attentati e a un disastro aereo nel
quale ha perso le gambe, Richard Leakey, paleoantropologo di fama
mondiale e ambientalista, non ha mai rinunciato alla sua battaglia
per la difesa dell’ecosistema naturale e la protezione di alcune
specie rare in via d’estinzione, elefanti in primis, che vivono in
quel meraviglioso spicchio d’Africa che è il Kenya. Ha
denunciato funzionari pubblici corrotti e lottato contro la
cupidigia dei trafficanti d’avorio, vincendo il primo round di una
sfida impossibile.

L’autore ripercorre le questione fondamentali su cui ha
concentrato la propria riflessione e la sua stessa vita: la
salvaguardia della biodiversità e la realizzazione di aree
protette per la conservazione delle specie minacciate. Racconta di
come è riuscito a riorganizzare il Kenya Wildlife Service,
sfidando la corruzione e l’ignoranza, fino ad ottenere il sostegno
dell’opinione pubblica e la fiducia incondizionata del popolo
keniano.

Articoli correlati
Conto termico: stanziati gli incentivi

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che stanzia i circa 900 milioni di euro l’anno per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici esistenti, attraverso un sistema di incentivi…

Il fotovoltaico diventa solidale

Conergy, azienda tedesca con sede anche nel nostro Paese, ha realizzato un nuovo impianto fotovoltaico per la Yaowawit School and Lodge, la casa di accoglienza e di formazione gestita dall’organizzazione…

La Bp pagher

La Bp ha ammesso le sue colpe e ha deciso di mettere la parola fine ai negoziati con i delegati dell’amministrazione Obama. La società britannica si è dichiarata colpevole dell’intero…

Il sole in Val di Non produce elettricit

Un impianto da 511,20 kWp di potenza in grado di produrre più di 500 MW all’anno, arrivando a coprire più del 34% del fabbisogno energetico dello stabilimento di produzione della…