La parola, il rimedio più naturale

Fino a qualche decennio fa, i problemi pi

Oggi le persone sono maggiormente disposte a confrontarsi su
questioni più specifiche e quindi più “intime”, che
riguardano soprattutto le difficoltà incontrate nella
prestazione sessuale.
Le donne, dopo aver lottato per anni per cercare di avere nuovi
ruoli, maggiori diritti, e un diverso modo di poter vivere, alla
pari degli uomini, hanno acquisito più coraggio nel
rivendicare una migliore e soddisfacente sessualità, anche
contro radicati bigottismi sociali e convinzioni errate
familiari.

Oggi, persino le difficoltà sessuali che più possono
creare tormento e sgomento riescono, anche se con ancora moltissime
difficoltà, ad essere dichiarate ad un terapeuta.
Il sesso però, è e rimane un argomento
particolarmente difficile da discutere. Ciò perché
moltissimi fanno una fatica grandissima a rivelare qualcosa della
propria sessualità, specie se ritengono che queste
informazioni potrebbero farli apparire stupidi o deboli.

Quasi tutti , anche quelli più aperti, si trovano
imbarazzati ad esprimere la loro opinione su argomenti tabù.
Riuscire a parlare di sesso apertamente costituisce per tutti una
grande liberazione e quindi una efficace terapia.

Parlarne, ovviamente, non significa descrivere piattamente
ciò che uno sa dell’argomento E’ un’occasione di conoscere a
fondo e accettare la diversità, attraverso una discussione
franca. Perché poter serenamente, francamente e liberamente
discutere di sesso con uomini e donne di età, scelta
sessuale e stile di vita fra i più disparati è anche
l’occasione di conoscere la profonda identità di ognuno.

Gabriele Bettoschi
Naturopata

Articoli correlati