La primavera pi

Questo è l’anno più caldo nella storia degli Stati Uniti d’America, finora. La causa è da ricercare nelle temperature da record registrate in primavera. Lo ha rivelato la Noaa, l’ente americano per gli oceani e l’atmosfera. A trainare il 2012 verso questo traguardo è stato soprattutto il mese di maggio, il secondo più caldo dal

Questo è l’anno più caldo nella storia degli
Stati Uniti d’America, finora. La causa è da ricercare nelle
temperature da record registrate in primavera. Lo ha rivelato la
Noaa, l’ente americano per gli oceani
e l’atmosfera. A trainare il 2012 verso questo traguardo è
stato soprattutto il mese di maggio, il secondo più caldo
dal 1895, anno di inizio delle rilevazioni.

Ma andiamo a leggere i numeri per capire effettivamente
l’entità di questo risultato. Tra marzo e maggio, la
temperatura media è stata di 13,9°C, esattamente
2,9° in più rispetto alla media del Ventesimo secolo.
Superato di 1,1° il record precedente, detenuto dalla primavera
del 1910.

Ad essere caratterizzata da questo fenomeno è stata la
parte orientale del paese, con ben 31 stati che hanno registrato
temperature eccezionali per questa stagione. Secondo
Deke Arndt del Climatic data center
della Noaa, “il Midwest e l’Upper Midwest sono stati gli epicentri
di questa ondata”. Questo significa che la stagione agricola
è cominciata prima, facendo lievitare il numero di
parassiti, di piante infestanti, ma soprattutto ha fatto lievitare
i costi dell’intero settore. “Il caldo di quest’anno – ha concluso
Arndt – è solo un esempio di ciò che ci
aspetterà in futuro se non cominciamo a contrastare
concretamente il global warming”.

Articoli correlati