La sorpresa nell’uovo

Il significato simbolico della Pasqua unisce tradizioni religiose e spirituali diverse dando un senso universale al risveglio della natura come preludio di un risveglio interiore in ogni essere umano.

Dopo il freddo, l’oscurità, la silenziosa e apparentemente
immobile attesa dell’inverno, ecco che un profondo cambiamento non
pervade solo la
natura
, ma scuote anche le nostre vite personali:
è il momento della rinascita, in cui sono più attive
le forze che invitano al rinnovamento, esteriore ed interiore. Ed
è un momento dell’anno, corrispondente al manifestarsi della
primavera, che viene festeggiato fin dai tempi più antichi
in tutte le tradizioni.

Nella tradizione cristiana la Pasqua è la ricorrenza della
resurrezione del Cristo, e in quella ebraica della liberazione
dalla schiavitù in Egitto. Entrambi eventi che, interpretati
simbolicamente, preludono a una nuova vita, in cui ci si lascia
alle spalle un vecchio stato caratterizzato da limitatezza,
sofferenza e condizionamento, per aprirsi a una condizione nuova,
di libertà
spirituale
.

E’ lo stesso processo di metamorfosi che affronta il bruco prima di
trasformarsi in farfalla, il seme prima di diventare germoglio,
l’uovo prima di diventare… gallina. Non a caso, in entrambe le
tradizioni, le uova giocano un ruolo simbolico fondamentale. L’uovo
é il simbolo del processo di trasformazione e preannuncia la
nascita di qualche cosa di nuovo, su un piano più alto.
Come l’uovo, come il bruco, come il seme, anche l’uomo contiene in
sé gli elementi necessari alla sua autorealizzazione,
ma deve prima attraversare un processo di riorganizzazione interna
per potersi manifestare nel pieno delle sue potenzialità,
deve lasciare da parte una vecchia forma se vuole fare posto a
qualche cosa
di veramente nuovo
.

La sorpresa nell’uovo che tradizionalmente si regala a Pasqua,
è il simbolo della sorpresa che si rivela ogni volta che si
affronta nuovamente un processo di trasformazione interiore, di
rinascita, di liberazione da condizionamenti limitanti, di
realizzazione dei valori più alti, di apertura anche alla
dimensione
spirituale
dell’esistenza.
La ciclicità della ricorrenza, abbinata alla primavera,
ricordano – sempre in una interpretazione simbolica della Pasqua –
l’immensa libertà interiore dell’uomo, che può sempre
rinnovarsi e rinascere col calore della sole di primavera, con la
luce del sole
interiore
, di una rinnovata fiducia e amore per la
vita.

Marcella
Danon

Articoli correlati