La via equa e solidale delle spezie

Il curry, la curcuma, il cumino, lo zenzero, il coriandolo… da sempre le spezie rappresentano i profumi, i colori, i sapori di terre lontane.

Con le loro numerose varietà hanno attirato l’attenzione dei
paesi occidentali fin dai primi anni del periodo coloniale.
Un’isola in particolare è nota fin dall’antichità per
i suoi giardini di spezie: lo Sri Lanka, dove crescevano
varietà di spezie allora uniche al mondo. E la storia dello
Sri Lanka è strettamente intrecciata con la coltivazione
delle spezie.

Furono le spezie, infatti, in particolare la cannella, ad attirare
l’attenzione dei Portoghesi agli inizi del ‘500. Dopo un periodo di
dominazione olandese, invece, nel 1795 l’isola diventò
colonia inglese ed iniziò così l’economia delle
piantagioni: tè e spezie. Ancora oggi l’economia dello Sri
Lanka si basa fondamentalmente sull’esportazione di questi due
generi di prodotti.

E’ dallo Sri lanka che giungono in Italia le spezie del commercio
equo e solidale. Più di venti varietà di spezie,
vengono prodotte e commercializzate da Podie, una piccola
organizzazione autosufficiente che comprende 16 gruppi di donne
organizzate in cooperative. In questo modo le donne riescono a
rendersi indipendenti, a riceve una salario dignitoso e a
emancipare il loro ruolo sociale.

Eccone alcuni esempi:
Curry piccante o saporito
Miscela tipicamente indiana, ottenuta da spezie per lo più
piccanti e conosciuta in molti Paesi del mondo. Ottimo con le
verdure.
Curcuma
Radice della famiglia dello zenzero, coltivata soprattutto in
India, Sri Lanka e sud-est asiatico, si presenta di colore giallo
intenso. Si abbina bene a verdure e riso all’indiana.
Cumino
Spezia mediorientale tipica della cucina araba, turca e greca. Il
cumino, dal sapore molto intenso, è ottimo per le salse allo
yogurt, per il pesce e le verdure.
Chili
Di origine sudamericana, la polvere chili o peperoncini è
stata diffusa nel resto del mondo da spagnoli e portoghesi. E’ una
spezia piccante e saporita che si abbina soprattutto con carni o
fagioli o spolverizzata su pesce arrosto.
Coriandolo
Spezia aromatizzante leggera, molto diffusa nei paesi orientali,
spesso mescolata nei curry, è un perfetto condimento per le
verdure in padella.
Noce moscata
Seme marrone molto duro proveniente da un albero delle Molucche,
diffusissimo in Europa e Medio Oriente. Ottima per dolci e dessert,
esalta anche il sapore di verdure come gli spinaci o le carni
tenere.

Articoli correlati
Biologico e salute, un binomio che convince

Il biologico è definitivamente uscito dalla nicchia: gli acquisti bio sono cresciuti anche nel periodo dell’emergenza coronavirus. Un riflesso del desiderio di un mondo più sostenibile, ma anche della consapevolezza di quanto il bio sia sicuro per la salute umana e dell’ambiente.