Lcd Soundsystem – Traffic Free Festival

Intervista a James Murphy di Lcd Soundsystem…

Incontro con Lcd Soundsystem al Traffic Free Festival

Ciao James grazie per i consigli tecnici!

a è bello il tuo flashman!

Senti iniziamo a parlare del disco. Sounds of silver, il
primo singolo che avete rilasciato si chiama North American Scum.
QUal’è il tuo significato personale nei testi di questo
brano?

Oh in verità è una presa in giro! Uno scherzo! E’
nata da una cosa divertete che ha detto Pat, il mio batterista. Ci
sembrava un buion punto di partenza per un brano. Non ho mai
pensato che potesse prendere la piega seria che ha preso, che gente
la interpretasse come una o badarci troppo. E lo trovo
divertente.

Molta gente pensava ad una presa di posizione politica
contro il tuo stesso governo.

Si ma sai, in America in verità la gente sapeva benissimo
che non era cosi. In Europa la gente non sa cosa pensano gli
Americani, nel senso che dalla comunicazione che esportiamo: Film
di hollywood, serie televisive commerciali… si pensa che la
popolazione non sia capace di sarcasmo soprattutto se poilitico. In
verità è un brano basato su un lato ironico di questa
cosa

E’ invece piu diretta nell’interpretazione: “New York I
Love You But you are bringing me down”?

Quella è una canzone d’amore. E le canzoni d’amore devono
avere dei momenti tristi..e una canzone d’amore aro-dolce.

Abbiamo appena ricevuto il vostro Nuovo EP “To all my
friends”, come è stato lavorare con Franz Ferdinand e John
Cale ?

Non ci abbiamo lavorato direttamente. Abbiamo semplicemente mandato
loro il brano e aspettato che ci tornasse la loro versione. Li ho
incontrati e abbiamo scambiato qualche parole ma non ci abbiamo
lavorato. La cosa importante era creare una loro versione,
decidemmo di non avere migliaia di remix come va di moda adesso ma
affidare il brano ad artisti che potessero farla nel loro stile. E
stato molto soddisfacente. Sono molto contento del risultato.

A noi è piaciuta molto la versione di John Cale.
Dai Velvet Underground a gli LCD soundsystem i precursori ed il
presente della scena di NYC…

Per me è stata un idea che mi viene dalla testa e basta.
Adoro lui e la sua musica solista forse di piu di quella dei velvet
underground, ha una voce straordinaria. La canzona ha un pezzo di
pianoforte che assomiglia a “All tomorrow’s parties” dove John
suona il piano. Ti confesso che ero convinto che non avrebbe
accettato.

Ci è piaciuto molto il video di “All my friends”
ci racconti come lo avete girato?

L’idea è del regista nella sua totalità. E la
prima volta che leggo un trattamento e mi piace alla prima lettura.
Quindi mi piacque la sua idea e il fatto che lo avremmo girato in
un solo giorno. Di solito ci vuole piu temp..quindi è stato
bello.

Come ti divide tra il lavor di produttore- DJ-e frontman
degli LCD Soundsystem

Sono pessimo infatti. Ho un manger che si chiama
Keith e pensa a tutto lui.
Il mio tempo è in esistente. Ho dovuto accettare di non
prendere lavori quando sono in tour, ed e stato molto
difficile.

Cosa pensi della nuova scena indie-elettronica
brittannica. Credi che band come i Klaxons possano esser il futuro
o solo moda passeggera.

Non saprei il disco dei klaxons mi è piaciuto ma non li
ho mai visti dal vivo. Ci siamo incrociati a vari festival ma non
sono mai riuscito ad assistere ad una loro esibizione. Suoniamo
sempre agli stessi orari! Se livedessi dal vivo ti potrei dire di
piu. Se riescono a sopravvivere con l’etichetta di New Rave
potrebbero far parte del futuro.

Qual’è stato il tuo concerto preferito
ultimamente?

Probabilmente un concerto alla webster hall in New York. E stato
l’ultimo show di Al degli Hot Chip. L’atmosfera era suggestiva e
fui stupito da quanto suonammo bene!

Al era con voi anche quando avete suonato a
Milano…

Si per la prima parte del tour poi è dovuto tornare ad
essere.. una patatina bollente!

Qual’è la tracciapreferita che hai nella borsa
dei dischi?

Sicuramente Jackson Jones “I feel good..put your pants on”
Polusky edit.

Qual’è invece la traccia più veloce che
hai nella borsa dei dischi?

Credo sia: Radioslave remix di “Temporay secretary ” di Paul
McCartney

Tu non sei vecchio! Perche parli spesso anche nei tuoi
dischi dell’essere vecchio?

Mi sento vecchiotto. Ho 37 anni ed e vecchio per un secondo
disco. Ma ho gia avuto una carriera in altre band che furono dei
vicoli ciechi. Non sono vecchio paragonato agli stone o Lou Reed.
Vecchio per uno al secondo disco. A volte voglio tornare a casa
sbrigare il lavoro di produttore e acere del tempo libero. Come i
vecchi!

Quando avrai l’eta di Lou Reed che ha suonato ieri
salirai ancora sul palco e ti porterai dietro un coro di
bambini?

Non penso che continuero a suonare. Di gente che continua a
suonare a quell’età ne rispetto pochi, Lou REED SI, MA NELLA
MAGGIOR PARTE DEI CASI PENSO CHE suonino perche non hanno niente di
meglio da fare, e nonsappiano cosa fare della loro vita. Io so cosa
faro e no include andare in giro a suonare vecchie canzoni..

Cosa Farai?

Voglio combattere, mi alleno spesso. Voglio scrivere libri
perchè è quello per cui ho studiato
alluniversità, voglio fare l’isegnante. Voglio contiuare a
produrre dischi. Avere piu tempo per l’etichetta.. e migliaia di
altre cose!

Articoli correlati
Who Made Who

Who Made Who: Thomas Hoffding intervistato da Francesco Napoleone…