Le origini della medicina cinese

L’elemento essenziale che accomuna tutte le tradizioni è costituito dal pensiero cinese antico, un modo di concepire l’uomo, l’universo e la vita

Con il termine medicina cinese, denominata anche medicina cinese
antica o medicina cinese tradizionale, si raggruppano correnti di
pensiero e teorie anche molto diverse fra loro, che abbracciano
oltre due millenni di storia ed uno spazio geografico molto ampio:
dalla Siberia al Sud Est asiatico, dall’Himalaya alla costa del
Pacifico.

L’elemento essenziale che accomuna tutte le tradizioni è
costituito dal pensiero cinese antico, un modo di concepire l’uomo,
l’universo e la vita, che si esprime nella filosofia taoista e in
quella di Confucio. In esse sono comprese e sintetizzate una vasta
gamma di tradizioni sviluppatesi nel corso del tempo.

A formare l’essenza della medicina cinese antica confluiscono le
pratiche tradizionali degli sciamani (Wu), essenzialmente donne, e
che precedono storicamente il taoismo e il confucianesimo. Lo
sciamano, in virtù delle sue doti coltivate con lunghe
pratiche, è in grado di entrare in contatto con “le
primordiali forze della natura” e, interagendo con loro,
utilizzarle ai fini della guarigione.

Il principio di collegare lo stato di salute dell’individuo, e di
conseguenza anche quello di malattia, al rapporto con l’universo
che lo circonda (inteso come fattori climatici, energetici ed
emozionali) viene mantenuto poi in tutta la tradizione della
medicina cinese, anche se con peso differente a seconda delle
epoche storiche. L’uomo è “a metà strada fra il cielo
e la terra”, unione di materia e di spirito, di corpo e di anima,
per usare termini più vicini alla nostra tradizione
occidentale.
L’uomo è separato dal tutto, ma anche parte di esso. A
questo tutto anela ricongiungersi, percorrendo la propria strada
individuale (Tao) e realizzare, attraverso il suo agire finito, la
sua condizione infinita.

Tutto questo appare contraddittorio alla mentalità
occidentale, ma il pensiero cinese e il taoismo in particolare sono
pieni di contraddizioni, le quali sono intese come stimolo ad
andare al di là dell’apparenza dualistica delle
cose.

Franco Bottalo
Insegnante di medicina cinese

Articoli correlati