Le richieste degli addetti ai lavori

Una regolamentazione che rispetti la reale identità dello shiatsu, una richiesta degli addetti ai lavori, un bisogno di lavorare ed essere riconosciuti

Una regolamentazione, chiesta dagli addetti ai lavori. Che rispetti le caratteristiche dei
connotati e tradizione dello Shiatsu che si è fatto
conoscere ed ha avuto successo in Italia, può permettere a
migliaia di operatori e insegnanti Shiatsu di poter lavorare
riconosciuti dalle Istituzioni, divulgando in pratica nella
società una antica disciplina riproposta a livello mondiale
in forma moderna, di cui la maggioranza dei cittadini é
ormai a conoscenza e di cui usufruiscono stessi parlamentari della
Repubblica, di governi esteri, oltre che famosi personaggi dei
mass-media, della cultura e delle amministrazioni locali.”.

  • a. che il settore delle discipline non convenzionali sia
    regolamentato sulla base del riconoscimento autonomo di queste
    arti. Chiediamo, inoltre, che il legislatore tenga conto della
    realtà nuova dellle Discipline non convenzionali venutasi a
    creare e, sulla base delle caratteristiche inpresindibili che hanno
    evidenziato il loro successo, regolamenti il settore.
  • b. che il settore delle Discipline non convenzionali non possa
    né debba essere regolamentato all’interno di una filosofia
    convenzionale, diversa questa per approccio e per basi strutturali
    culturali e pedagogiche. Il non convenzionale non può essere
    assorbito dal convenzionale.
  • c. che venga modificata la Proposta di Legge dell’On. Lucchese
    in ordine ad assicurare senza ambiguità concettuali che le
    strutture scolastiche e gli insegnanti di Shiatsu, protagonisti
    della diffusione professionale dello Shiatsu italiano, siano coloro
    che insegneranno lo Shiatsu riconosciuto dall’Istituzione. Il tutto
    all’interno di chiare convenzioni che dovranno innanzitutto
    riconoscere il grande patrimonio costruito in trent’anni di
    esperienza, apprezzato innanzitutto dagli stesi consumatori
    utenti.
  • d. che, nel caso in cui il Legislatore pensi di collocare la
    disciplina dello Shiatsu all’interno del mondo sanitario,
    ciò avvenga soltanto ed esclusivamente attraverso la
    creazione, all’interno di questo, di un ambito specifico per le
    Medicine e Discipline non convenzionali, regolamentato per legge in
    maniera diversa da quello attualmente vigente, in rispetto alle
    caratteristiche culturali, tecniche e filosofiche delle nuove arti
    per la salute, distinte per principi e connotati dall’attuale mondo
    sanitario convenzionale.Douglas Gattini
    Presidente della Federazione Italiana Shiatsu

Articoli correlati