Le vie del miele

Il miele è il nettare dei fiori attinto dall’ape dal profondo della corolla, dall’ape elaborato, concentrato e deposto nei favi dell’alveare.

Il miele che si ottiene può essere
assimilato dagli stomaci più delicati come quelli dei
bambini o degli anziani.

I nostri antenati avevano scoperto, empiricamente, le
proprietà antisettiche, dietetiche, dolcificanti,
fortificanti, calmanti, lassative, diuretiche del miele, e seppero
approfittare di queste proprietà per curare gran parte delle
malattie.

Nell’America indiana, ad esempio, il miele – senza togliere a agli
altri suoi preziosi utilizzi contro le malattie della pelle, le
ferite, le affezioni dell’apparato respiratorio, digestivo,
urinario e contro le turbe di origine psichica – è
considerato un alimento caldo, ossia capace di trasmettere il suo
calore e la sua energia al malato che, invece, è considerato
“in stato di perdita di calore”.
Anche la vecchia medicina russa non finisce di sottolineare le
numerose proprietà terapeutiche del miele: veniva utilizzato
per curare le piaghe infette e profonde, le scottature, le
affezioni del cavo orale, respiratorie e oculari, per calmare la
tosse, i dolori intestinali e articolari, combattere il rachitismo,
la denutrizione, l’anemia e lo scorbuto…

Ma senza allontanarci troppo dalla nostra storia, in Italia,
nell’antica civiltà contadina, il miele era considerato un
alimento molto importante. Associato al latte, curava tutte le
infermità dei bronchi e dava sollievo alla tosse e alle
infiammazioni di gola. Componente base di moltissimi preparati
medicinali, se ne sfruttano le capacità emollienti e
cicatrizzanti per la cura di ferite anche infette e per le malattie
dell’apparato respiratorio. Come se non bastasse, il miele è
considerato un blando lassativo e un collutorio per gengiviti e
stomatiti.

Sono molte le persone che ancora non riescono a comprendere
l’importanza di un’alimentazione corretta per vivere a lungo…
Cosa c’è allora, di più naturale del miele?

Sonia Tarantola

Articoli correlati
Le citazioni più belle per sempre #3

Le citazioni che LifeGate quotidianamente pubblica sulla sua pagina Facebook sono scelte da libri (veri), antologie, racconti, romanzi e dialoghi di film.

Lo scienziato felice

Per trovare il nostro pensiero non dobbiamo seguire i condizionamenti sociali, ma rimetterli in discussione. Ci sono due tipi di arte: quella che genera piacere e quella che genera felicità.

Balene. Scacco al capitano Achab!

Nonostante la moratoria internazionale alla caccia alle balene, ogni anno migliaia di cetacei muoiono, uccisi dalle baleniere, come accade nel celebre romanzo di Melville. Ma qualcosa sta per cambiare.

Equitazione e bambini

Uno sport utilissimo per la crescita psico-motoria del bambino. Il rapporto con il pony sviluppa anche il senso della responsabilità e dell’amicizia con l’animale.