LG Electronics punta ai 14 milioni

Una riduzione di 14 milioni di tonnellate di CO2 entro il 2011. Questo l’ambizioso obiettivo che il marchio coreano LG Electronics si è prefisso.

In base alle proprie previsioni, LG mira al raggiungimento
dell’obiettivo di
200 milioni di tonnellate
totali dal 2009 fino
al 2020.

Parte fondamentale del progetto, è sì la riduzione
delle emissioni di gas serra attraverso il miglioramento dei
processi di produzione e dei sistemi logistici, ma anche lo
sviluppo di prodotti ad efficienza energetica. La riduzione
più importante è derivata dalla messa a punto di

televisori LED
, condizionatori, frigoriferi e
lavatrici ad alta efficienza energetica. Nell’anno in corso LG
intende focalizzarsi ancor più su questo aspetto con
l’obiettivo di raggiungere un ulteriore 8 per cento di riduzione
dei gas serra.

“Questo risultato – ha dichiarato Skott Ahn, Presidente e Chief
Technology Officer di LG
Electronics
– è stato reso possibile dalla
nostra decisione di orientarci in modo estremamente aggressivo
verso le tecnologie verdi è ciò che ha reso possibile
questo risultato. Siamo fiduciosi di poter raggiungere il nostro
obiettivo finale, che ammonta a 200 milioni di tonnellate entro il
2020, prima del previsto e continuando a migliorare la vita delle
persone, ovunque sia presente LG”.

Prodotti efficienti e all’avanguardia affiancati ad una oculata
operazione di risparmio energetico raggiunto grazie a un utilizzo

più efficiente
degli umidificatori, la
sostituzione dei sistemi di riscaldamento dell’acqua e degli
impianti di condizionamento ormai obsoleti e il riutilizzo dei
prodotti di scarto.

Solo lo scorso anno, 50.000 tonnellate di CO2 sono state tagliate
grazie all’impegno dei dipendenti e alle loro proposte per
utilizzare in modo più efficiente strutture e strumenti
aziendali.

Articoli correlati