Libertà

la libertà passa attraverso l’autoeducazione e la volontà individuale, permettendoci di cambiare il nostro modo d’agire e di vivere.

L’essere umano si è evoluto in milioni di anni
conquistando la libertà di camminare su due gambe.

A differenza della maggior parte degli animali terrestri che
possono muovere i primi passi entro poche ore dalla nascita, l’uomo
ha bisogno di un anno per imparare a stare su due piedi, e di sette
anni circa per apprendere l’ampia gamma motoria a disposizione.

Il sistema nervoso degli animali è pronto, collegato e quasi
completo: il loro periodo di apprendimento è breve. I loro
movimenti e le reazioni a stimoli differenti sono molto simili per
tutti gli animali appartenenti alla stessa specie: non hanno
possibilità di scelta.
Occorre invece un lungo processo d’apprendimento affinché
l’uomo impari a camminare, parlare, leggere, sedersi, scrivere,
acquisire il senso del tempo e dello spazio, suonare uno strumento,
pensare in termini matematici, ballare, e tante altre azioni si
potrebbero elencare.

L’efficacia dei nostri gesti dipende dall’immagine che abbiamo
dell’azione e di noi stessi. Questa immagine dipende
dall’eredità biologica, dall’ambiente in cui si vive e
dall’autoeducazione.
E’ difficile agire sui fattori ereditari o cambiare l’ambiente, ma
l’autoeducazione dipende dalla volontà individuale,
permettendoci di cambiare il nostro modo d’agire e di vivere.

Il movimento rivela chi e come siamo: è il supporto delle
nostre azioni, dei nostri sentimenti, di sensazioni ed emozioni. I
muscoli, comandati dal sistema nervoso, sono solo il mezzo che ci
permette di esprimere l’insieme dell’attività biodinamica
del sistema nervoso stesso. La qualità dei movimenti rivela
lo stato di salute del sistema che li governa e, attraverso il
movimento, è possibile raggiungere il sistema nervoso e
migliorarne funzionamento e condizioni.

Svincolandoci da schemi posturali inadeguati, offriamo al corpo
possibilità alternative al nostro modo abituale di
muoverci.
Imparare, scoprire il corpo attraverso il movimento e la
possibilità di scegliere, rende liberi! Tutto ciò
permette di superare la limitazione insita nel possedere un’unica
possibilità, spesso dolorosa. Stimolando
l’autoconsapevolezza possiamo scegliere liberamente come agire ed
essere.
Questa è l’essenza della libertà dell’uomo.

Maria Luisa Tettamanzi

 

Articoli correlati