Specialista di problemi

Un lavoro sedentario può portare problemi cervicali, lombari e non solo. Ci sono terapie che possono alleviarli e risolverli con…

Un lavoro sedentario può portare problemi cervicali,

lombari e non solo. Ci sono terapie che possono alleviarli e
risolverli con… torba, erbe e principi attivi preziosissimi. Ne
parliamo con uno specialista, Gian
Marco Pedrinazzi
.

Lavori faticosi o ripetitivi possono portare disagi,
dolori e disturbi. Come evitarli?
Più che
l’attività lavorativa in sé, è necessario
porre attenzione a come ci si comporta durante le ore di lavoro,
sia dal punto di vista posturale che dell’affaticamento vero e
proprio delle articolazioni.

Artrosi, artritismi, altre malattie degenerative
colpiscono per lo più le persone anziane. Ma vi sono
indicazioni anche per i più giovani?
Soprattutto
i giovani vanno tenuti sotto osservazione e nel caso specifico
trattati il più precocemente possibile.

Per questo tipo di problematiche, qual è la
terapia indicata?
Il Phytopack. Si tratta di un
composto su base vegetale che svolge un’azione antiinfiammatoria
inducendo in un primo momento una sorta di maggiore afflusso di
sangue nella zona interessata, seguita da una seconda fase di
risoluzione del processo infiammatorio con il ripristino delle
condizioni fisiologiche. Il trattamento, ovvero l’applicazione
locale del prodotto, prevede una serie di sedute della durata di
circa 30 minuti.

Il trattamento è indicato anche per traumi,
infortuni magari sportivi?

Tutti i traumi possono essere trattati con la fitoterapia ma nel
caso in cui sia presente un edema, una tumefazione o i segni di
un’infiammazione acuta è opportuno trattare preventivamente
la zona interessata con applicazioni di torba. Per esempio, la
torba Moor di Neydharting viene da un giacimento in Austria ed
è il risultato di una millenaria macerazione di un’intera
foresta di trentamila anni fa. Applicata localmente, grazie alle
sostanze organiche e minerali svolge un’azione antiedemigena e
riduce i tempi di recupero articolare in maniera assai
significativa.

Ci possono essere delle controindicazioni per questi
trattamenti?
La tollerabilità è ottima:
non si riscontrano per la torboterapia particolari
controindicazioni. Mentre per la fitoterapia (Phytopack), pur non
essendovi controindicazioni assolute al trattamento, è
opportuna una visita preventiva che ne accerti
l’idoneità.

Articoli correlati