Mandateci nuovi eco-consigli!

Per il compleanno del Protocollo di Kyoto abbiamo chiesto a chi ascolta LifeGate Radio di inviarci i propri eco-consigli. Ecco i più utili.

Cena al lume di candela; spegnimento riscaldamento piano notte x
quel giorno; televisore spento dalla mattina fino alle 20.30.
Giovanni Bertoncello

Basterebbe un piccolo sforzo da parte di ognuno di noi, per
ridurre sensibilmente l’impatto ambientale dovuto ad uno stile di
vita innaturale e spesso irrazionale: il nostro stile di vita. Una
lampada inutilmente accesa la sera, una doccia calda troppo lunga,
un televisore inutilmente in stand-by, tutte piccole cose che
moltiplicate per milioni portano ad uno spreco incredibile di
energia. Produrre energia inquina, sprecarla oltre che stupido e
costoso è un delitto contro l’ambiente, vale a dire contro
noi stessi.
Alberto Battisti

Citroen Italia s’impegna il giorno 16 a ridurre il consumo di
elettricità limitando le accensioni di luce e tenendo spenti
o diminuendo di circa 2° gradi i termostati (in funzione della
temperatura esterna) e riducendo le emissioni dovute al personale
viaggiante.
Dr. Stefano Gorla – Resp. Qualità e
Certificazione Citroen Italia

Ascolto tutte le mattine LifeGate e mi sento particolarmente
vicina a questo problema, sono la prima ad arrivare in ufficio e ho
già spento tutte le luci, per stasera ho in mente di fare
una cenetta a lume di candela con mio marito e mio figlio e invito
inoltre le donne a comprare meno elettrodomestici come ad esempio
la lavastoviglie che secondo me sono uno spreco enorme di energia
in quanto non vengono utilizzati in modo corretto. Un saluto a
tutti

MiriaCiao, sono Alessandra da Torino. Ho gia spento il riscaldamento
e fino a stasera non se ne parla, staccato la spina della TV, dello
stereo, fra poco anche quella del PC,della lavatrice, e
naturalmente tutte le luci di casa rimarranno spente. A presto.
Alessandra

Oggi, 16 febbraio, Promocard aderisce alla Giornata del
Risparmio Energetico. Dalle 18.00 di questa sera sino alla mattina
di lunedì 19, verrà spento tutto ciò che possa
causare sprechi energetici. Promocard da tempo è attenta ai
temi riguardanti la salvaguardia dell’ambiente e del pianeta:
– dal 2003 la stampa delle cartoline standard avviene su carta
riciclata, sbiancata ad ossigeno senza cloro;
– dal 2006 l’azienda ha aderito al programma di riscaldamento Life
Gate Energy, utilizzando forme di energia rinnovabili;
– dall’inizio del 2007 ha iniziato a utilizzare mezzi a metano e
nei prossimi mesi convertirà tutta la flotta.
Aderite anche voi all’iniziativa odierna!
Promocard

Buoni propositi per oggi:
– spegnere la luce del bagno in ufficio quando non c’è
nessuno
– spegnere i computer invece di lasciarli in stand-by tanto
tempo.
Buoni propositi per il futuro:
– sostituire i miei vecchie elettrodomestici con altri di classe
più alta!
Buoni propositi già applicati:
– lampadine a basso consumo in tutta la casa
– spegnere sempre gli apparecchi e non lasciarli in stand-by.
Buona energia a tutti!!!
Cinzia

Domani, come da ormai tre anni, andrò al
lavoro con la mia biciclettina, o magari a piedi, se dovesse
piovere.

Ciao e auguri per un pianeta migliore.
Gianluca Dossena

Non inquinare altrimenti non riusciamo a campare…
Io di sicuro sto molto attento a tutto!
Salvatore Mannarino

La mia idea ecologista per il 16 febbraio: dotare le carceri di
generatori a pedali del tipo in uso nei rifugi antiatomici
(biciclette con generatore di corrente mosso dai pedali), con
l’obbligo per i detenuti di produrre una quantità di Watts
definiti in fase di condanna. L’idea penso sia applicabile anche a
palestre e (perché no?) potrebbero nascere piccole aziende
“produttrici di corrente” che assumerebbero, in questo caso, operai
pedalatori… Due piccioni con una fava?
Fabio Fantuzzi

L’associazione Nazionale dei Rangers d’Italia è lieta di
parteciapare
all’iniziativa.
– In tale giorno le 187 sedi periferiferiche nazionali verranno
invitate a limitare i propri servizi utilizzando biciclette e
cavalli.
– La segreteria nazionale effettuerà orario ridotto e
verrà ridotto il riscaldamento dei locali
– Verrà mandata una newsletter a tutti gli iscritti
invitandoli a dare sempre ed in particolare nel giorno della
ricorrenza un segno di comportamento eco sostenibile, nella stessa
verrà riportata la newsletter da voi mandata
– Verrà altresì comunicato a tutti i soci e
sostenitori di comunicare e sensibilizzare i propri amici e
parenti dell’importanza della giornata e di possedere nei piccoli
gesti quotidiani un comportamento tale da ottenere un minore
impatto sull’ambiente.
Rangers d’Italia

Comprerò una pianta, la sistemo sul mio balcone e
cercherò di farla vivere più a lungo possibile, di
più non posso fare.
Ciao, Armando

Bene, per il 16 febbraio cenetta a lume di candela con marito e
figli, e per un giorno, prometto, niente lavatrici e
lavastoviglie.
Paola

Spegnerò tutte le luci e il cellulare!
Silvia Spinazzola

Ciao ragazzi, mi chiamo Salvatore ho 22 anni, vi scrivo da
Palermo. Io ed alcuni miei amici abbiamo una band e proviamo ogni
venerdì pomeriggio.
So che può sembrar poco, ma il nostro impegno sarà
quello, almeno per questo venerdì, di provare rigorosamente
solo in acustico. Cercheremo di estendere quest’impegno, facendolo
diventare un’abitudine, rendendo acustica del tutto almeno una
prova al mese. In bocca al lupo per il progetto!
Salvatore Davì

Il GED Fashion Institute parteciperà con entusiasmo
all’iniziativa “M’illumino di meno”: il giorno 16 Febbraio si
svolgeranno solo ed esclusivamente corsi teorici, il che ci
permetterà di non utilizzare né le macchine da
cucire, né i p.c., ovviamente spiegando agli allievi il
perché di questa scelta e parlando loro del Protocollo di
Kyoto (a proposito, grazie per il materiale che avete messo a
disposizione sul sito e che utilizzeremo senza risparmi); i fancoil
degli uffici resteranno al minimo tutto il giorno (per quelli delle
aule ci rimettiamo alla coscienza degli allievi) ed il
riscaldamento verrà spento alle 13.00, immediatamente dopo
il termine delle lezioni; sarà vietato accendere i p.c.
negli uffici: ci occuperemo di ripulire scrivanie e cassetti e di
archiviare quanto più possibile (attività in genere
sempre rimandata); negli uffici verranno accese solo le lampade da
tavolo (con lampadine a basso consumo).
Buon anniversario a tutti e continuate a ricordare che il mondo
è nostro e se ce ne prendiamo cura, facciamo solo un favore
a noi stessi!
Barbara Peres

Il 16 febbraio… farò quello che faccio sempre…
cercherò di vivere rispettando l’ambiente…
utilizzerò in azienda LifeGate Energy… luci a basso
consumo sia a casa che in ufficio… non farò scorrere
l’acqua inutilmente… utilizzerò solo quando servono gli
elettrodomestici classe A… carta riciclata su entrambi i lati…
l’auto è a Impatto Zero da anni… guiderò secondo il
metodo Ecodrive, riducendo i consumi e di conseguenza
l’inquinamento… il riscaldamento, sia a casa, sia in ufficio,
sarà regolato al meglio… non lascerò televisore,
PC, lettore dvd in stand-by… e soprattutto continuerò la
mia opera di propaganda verso amici e parenti, in modo che prima o
poi qualcuno capisca che dai piccoli gesti personali si arriva al
grande cambiamento… ovvero alla sopravvivenza della Terra …
Paolo Massarenti

Io uso lavatrice e lavastoviglie solo di notte e sono lo stress
della mia famiglia perché spengo tutte le luci, la tv…
l’unica cosa che rimane accesa è la radio… e il calorifero
se no muoio di freddo. Quasi tutte le luci sono al neon
ovviamente.
Barbara

Il mio contributo marginale a risparmiare energia avviene
spegnendo le varie ciabatte multi-presa che ci sono in casa al
mattino quando esco. Le riaccendo quanto torno a casa la sera.
Grazie a LifeGate.
Emanuele Brambilla

Ho 23 anni e studio. Ecco cosa sono abituata a fare, consigli
utili per chiunque:
– Spegnere le luci quando fuori è ancora giorno e avvicinare
i piani da lavoro alle finestre
– Utilizzare lampadine a basso consumo (si risparmia, così
anche chi ha le “braccine corte” può fare qualcosa di utile
per l’ambiente e magari sentire la sua coscienza un pochino
più leggera!)
– Se possibile mettere un interruttore ad intensità
variabile per regolare la quantità di luce necessaria
rispetto all’attività che si sta svolgendo
– Spegnere tutte le luci quando si esce di casa o si lascia una
stanza
– Staccare la spina o montare degli appositi interruttori a tutti
quegli elettrodomestici che non si sa perché oggi sono
prodotti per vivere in stand-by! Che poi a cosa serve un tostapane
in stand-by ancora non l’ho capito!
– Sfruttare il calore e il gas utilizzati per una cottura per
scaldare altre vivande senza riscaldare continuamente i cibi!
– Quando si cuoce della verdura (tipo gli spinaci) non buttare
l’acqua ma farla raffreddare per innaffiare piante e fiori, idem
per l’acqua utilizzata per lavare frutta e verdura
– Riutilizzare la stessa pentola quando possibile per preparare
diverse portate di un pranzo e limitare al minimo il numero di
utensili così si userà meno acqua e meno detersivo
per lavarli-
– Utilizzare i coperchi durante la cottura
– Non accendere un forno enorme per scongelare un panino, se
è inverno e il riscaldamento è acceso diventa bello
croccante se lo si mette per tempo su di un termosifone, se invece
è estate non c’è niente di meglio che appenderlo
dentro un sacchetto di carta al sole!
– L’igiene è importante, ma non servono due docce al giorno,
o lavarsi i capelli ogni dì!
– Allo stesso modo per le pulizie domestiche, anche se casa non
è sterilizzata quotidianamente come una sala operatoria con
12 diversi detersivi si può sopravvivere e in salute!
– “Chiudere il rubinetto mentre lavi i denti” me lo hanno insegnato
all’asilo!
– E non lasciare scorrere l’acqua in generale mentre non la si
utilizza (stesso discorso per ogni sorgente energetica!)
– Sono abituata a bere l’acqua del rubinetto, non è
cristallina come in montagna ma basta chiedere in municipio le
analisi e se è potabile e gradevole come quella di casa mia
meglio sfruttarla, un paio di brocche a tavola e la famiglia
è accontentata e dissetata con molte meno bottiglie in
giro.
– Chi vuole può mettere un potabilizzatore, la spesa si
ammortizza subito!
– Se proprio non si può fare a meno di acquistare acqua in
bottiglia meglio il vetro
– Quando a tavola avanza l’acqua della brocca non buttarla, si
possono bagnare le piante, ricolmare le ciotole degli animali
domestici, o riempire gli umidificatori di ceramica appesi ai
termosifoni
– Quando d’estate piove poco si può recuperare l’acqua che
scola dalla grondaia con un catino e usarla nei giorni successivi
per bagnare il giardino
– Il riscaldamento di casa non è mai al massimo (meglio
indossare abiti invernali dato che è inverno) e la notte
grazie ad un timer è praticamente spento, tanto le coperte
scaldano abbastanza, in più i timer moderni permettono di
impostare il calore per evitare gli sprechi quando non c’è
in casa nessuno, basta pianificare la settimana in base agli orari
di lavoro
– I doppi vetri e serramenti ben fatti costano, ma fanno
risparmiare in gas
– Esistono nastri adesivi leggermente imbottiti per bloccare gli
spifferi da applicare sulle cerniere laterali delle finestre per
isolare, e poi c’è sempre il caro vecchio salamotto di
tessuto imbottito fatto dalla nonna da mettere davanti a porte e
portefinestre.
– Non ho il condizionatore a casa, grazie ai mattoni esterni non si
soffoca d’estate, creando il giusto gioco di correnti d’aria e
chiusura alternata di tapparelle e vetri si può avere almeno
un locale sempre fresco in casa, non servono per forza 18 gradi
ovunque! Se poi si vuole affrontare una spesa meglio optare per le
tende da esterno piuttosto che per condizionatori e simili,
esistono filtri molto alti e diminuiscono il caldo e l’effetto
“cappa” e sono più belle da vedere dei cassoni dei
condizionatori che sono tra l’altro rumorosi!
– Lavare sempre a pieno carico, a temperature contenute e senza
abusare dei detersivi in lavatrice e lavastoviglie (che non
ho!)
– Fare la raccolta differenziata è ormai un dovere
– Riciclare o trovare un nuovo utilizzo a oggetti usati
– Riparare qualcosa di vecchio invece di buttarlo, o donare quello
che non serve più ad amici, parenti o chi ne ha bisogno
– Stampare sempre fronte retro e se possibile in modalità
economica
– Riutilizzare pagine di vecchie agende o il retro bianco di molti
fogli etc. per prendere appunti, fare la lista della spesa
– Abito in un paese in cui i mezzi pubblici funzionano, quindi mi
chiedo perché la gente si ostini ad usare solo l’auto, certo
un potenziamento sarebbe sempre auspicabile soprattutto viste le
nuove tecnologie adottate nel trasporto pubblico, ma viaggiare in
treno, metro, pullman è già possibile (mettendosi in
un’ottica psicologica favorevole perché comunque qualche
ritardo o disagio si può sempre presentare ma c’è
anche il vantaggio che anche se un viaggio dura di più se
effettuato con i mezzi pubblici il tempo investito è
recuperabile perché nel frattempo si può lavorare,
telefonare, leggere, dormire, farsi le coccole, fantasticare,
studiare, fare una videoconferenza al computer o controllare la mail
e non si diventa pazzi a trovare parcheggio)
– Se possibile camminare un po’ o usare la bici per gli spostamenti
che lo consentono
– Non riesco a vedere l’importanza di lavare l’auto ogni
week-end
Ora non mi viene in mente altro ad essere onesta ed è ora di
spegnere il computer, quindi posso dire che il mio impegno per
venerdì sarà quello di limitare al minimo l’utilizzo
del pc, della tv , non so se riuscirò a rinunciare alla
radio, ma utilizzerò la scopa tradizionale per fare i
mestieri invece di quella elettrica e nessun elettrodomestico in
cucina! E soprattutto quello che posso fare più di tutto
è diffondere la notizia e sensibilizzare più gente
possibile!
Complimenti per tutto!
Lucia Galli

Articoli correlati