Mario Guerra fotografa il riciclo

Una mostra itinerante che ritrae l’anima nascosta del riciclo. Da materiale grezzo, ad elettrodomestico, a materia riciclata.

Promossa da Ecodom, il Consorzio
Italiano di Recupero e Riciclaggio degli Elettrodomestici e
realizzata Mario
Guerra
, artista italiano che ha focalizzato la sua
creatività sulla fotografia industriale, la mostra presenta
diversi scatti che ritraggono la materia durante i suoi
diversi stati
.

Ritratti particolari. Scatti dei quali si
percepisce appena l’origine, ma si comprende la destinazione.
Freddo acciaio non ancora stampato, materia grezza non lavorata, un
particolare cromato di un elettrodomestico in progettazione.

Materia prima trasformata dall’uomo
e dalla
tecnologia, infine dismessa e riciclata.

Immagini fortemente astratte – dichiara Guerra –
che cercano in modo grafico e pittorico l’unità artistica tra
la materia prima, il manufatto, che questa diviene e, ancora,
la stessa materia una volta
riciclata
. Privata di ogni sua funzione e regola, la
materia diventa se stessa, prendendo vita in modo quasi romantico
proprio perché libera di esistere in un altro modo per
un’altra ragione. Il dettaglio astratto di un metallo o di un
design può diventare allora una provocazione e
spingere anche alla riflessione sul valore
delle cose
…”.

Come sottolineto dal presidente di Ecodom Paolo
Zocco Ramazzo, anche in questa occasione è stato sfruttato il
linguaggio dell’arte per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla
salvaguardia ambientale.

 

Articoli correlati