Marjetica Potrc alla Fondazione Ratti, Como

6 luglio – 22 luglio, spazio ex-Ticosa, Viale Roosevelt a Como

E’ proprio il tema della frammentazione urbana, intesa come un
processo positivo che arricchisce nella diversità, il tema
trattato dall’artista slovena che presenta per l’occasione diversi
progetti:

– un video girato tra l’India e gli Stati Uniti nell’aprile 2005
che mostra due comunità che soddisfano i loro bisogni
energetici conciliando sapere locale e tecnologia avanzata.

– una costruzione in legno con copertura di tessuto movibile,
utilizzabile di giorno come luogo di lavoro all’aperto e di sera
come schermo sul quale proiettare il video.

– il pezzo forte è un’installazione, appositamente
realizzata per la mostra, composta da una turbina eolica e un
pannello solare montati su una gru, che rende ad “impatto zero” il
consumo energetico del laboratorio informatico utilizzato dai
giovani artisti, rendendolo così autonomo dal punto di vista
ambientale.

Inoltre è in programmazione, tra gli altri, uno dei suoi
video più noti che documenta la guerra dell’acqua scoppiata
tra le due province spagnole di Castiglia – La Mancha e Murcia.

Questo sembra sufficiente per far capire il lavoro di Marjetica
Potrc, un’indagine rivolta all’analisi dell’allargamento della
città, non solo in senso architettonico o puramente
urbanistico, ma come elemento sociale e di sviluppo culturale, al
quale si affianca lo studio delle risorse energetiche e idriche.

Riconosciuta in tutto il mondo come “urban anthropologist”
sempre per questa attenzione al sociale che la caratterizza,
Marjetica Potrc è da oggi ospite della Fondazione Ratti di
Como.

La mostra personale di Marjetica Potrc si svolge dal 6 luglio al
22 luglio allo spazio ex-Ticosa, Viale Roosevelt a Como. Aperta da
martedì alla domenica, dalle 16 alle 19.30

Sonia
Tarantola

Articoli correlati