Medrep: programma per le rinnovabili nel Mediterraneo

Obiettivo del Medrep è la disseminazione di progetti e programmi a fonti rinnovabili nella regione mediterranea.

Obiettivo del Medrep è la disseminazione di progetti e
programmi a fonti rinnovabili nella regione mediterranea, sia per
contribuire ad alleviare la povertà fornendo i servizi
energetici essenziali alle popolazioni rurali che a ridurre
l’impatto sul clima favorendo centrali ed impianti a fonti
rinnovabili che alimentino le reti elettriche.

Il programma era stato definito ed annunciato al WSSD di
Johannesburg dal Ministero dell?Ambiente ed in questi due anni ha
raccolto numerosi consensi ed attori internazionali come l’Ademe
francese, l’Osservatorio Mediterraneo dell’Energia (OME), l’United
Nation Environmental Program (UNEP), l’Agenzia Internazionale
dell’Energia (IEA), il network di R&D Medener, l’Ises
Italia.

Il Comitato Direttivo è presieduto dal dr. Corrado Clini del
nostro Ministero dell’Ambiente, e anche il Segretariato è
coordinato dagli esperti della Direzione Protezione Internazionale
del Clima con Ises Italia ed OME.

A Bonn sono stati illustrati nel corso di un “side event” i primi
due risultati del programma.

Il primo è il Centro Mediterraneo per le rinnovabili
stabilito alcuni mesi fa a Tunisi mediante l’accordo con l’agenzia
tunisina per le rinnovabili Aner e l’OME; il Centro svolgerà
un’azione capillare nell’intera zona del Maghreb per la formazione,
la disseminazione dell’informazione, le reti specialistiche e lo
sviluppo di progetti pilota, particolarmente nel settore
dell’eolico e del solare.
Il secondo è il catalogo di progetti che sono stati
identificati e stanno per essere finanziati medianti accordi
bilaterali tra l’Italia e Marocco, Algeria, Tunisia, Egitto.

Scopo di questi primi progetti è di:

  • fornire energia a comunità rurali lontane dalla rete
    elettrica;
  • accelerare l’integrazione delle rinnovabili nelle reti
    elettriche nazionali;
  • introdurre l’utilizzo delle rinnovabili negli edifici, insieme
    alle opportune misure d’efficienza energetica;
  • produrre acqua potabile dissalata mediante rinnovabili;
  • diffondere l’uso di pompe solari per l’agricoltura;
  • diffondere l’uso di sistemi di raffreddamento per la
    conservazione dei prodotti della pesca;
  • creare joint venture tra industrie e costruttori di componenti
    e sistemi a rinnovabili, in modo da creare uno scambio di
    tecnologia ed incentivare lo sviluppo economico locale.

Altri settori del Medrep si occupano di Meccanismi di
Finanziamento, Politiche energetiche e misure d’incentivazione,
certificati verdi e meccanismi di flessibilità, e infine di
“capacity building” nei paesi della sponda sud.

Articoli correlati