Messaggi dall’acqua

L’acqua

Il Dr. Masaru Emoto, scienziato e ricercatore giapponese, ha
cominciato nel 1984 le sue ricerche su questo elemento prezioso e
nel tempo ha sviluppato una tecnica per fotografare i cristalli che
si formano durante il congelamento di diversi tipi d’acqua: quella
dei rubinetti ( di diverse città del mondo), quella di
sorgenti, laghi, paludi e ghiacciai di varie parti del globo.

Secondo Emoto i cristalli riflettono l’essenza dell’acqua ; quando
una molecola di acqua si cristallizza – sostiene – l’acqua pura
diventa un cristallo puro ma l’acqua contaminata non si può
cristallizzare nella stessa bellezza di un’acqua incontaminata.

Ma si è spinto oltre… ha esposto l`acqua sia alle
vibrazioni della musica, che alle parole e ai pensieri. Scoprendo e
dimostrando attraverso delle affascinanti fotografie, che a seconda
del “trattamento” subito, i cristalli d`acqua mutano nella
struttura, divenendo a loro volta dei messaggeri…

Possiamo dire che l’acqua è come un nastro magnetico
liquido, capace di “registrare”, ovvero imprimersi, le informazioni
energetiche che riceve dall’ambiente. Qualche esempio? L’acqua di
torrenti e sorgenti incontaminati svela cristalli dagli splendidi
disegni geometrici, mentre quella inquinata, tossica o stagnante
mostra cristalli dalle forme distorte e disarmoniche.

Che dire poi dei pensieri “positivi”… il loro influsso genera dei
cristalli bellissimi, simili a quelli della neve; mentre l`acqua
trattata con parole “cattive” reagisce in tutt’altro modo:
creando bruttezza e assenza di forma.

Possiamo a ragione affermare che il lavoro di questo scienziato si
unisce a quello di coloro che invitano a stimolare la nostra
coscienza e a “produrre” consapevolezza sull’influenza che hanno i
nostri pensieri e le nostre azioni sulla materia.

Cristina Bassi

Articoli correlati
Lo scienziato felice

Per trovare il nostro pensiero non dobbiamo seguire i condizionamenti sociali, ma rimetterli in discussione. Ci sono due tipi di arte: quella che genera piacere e quella che genera felicità.

Ipocrisie dell’anima

La Rochefoucauld può essere definito come un vero e proprio precursore dei grandi “maestri del sospetto”.