La Milano che vorrei nel 2015

Come sar

Il sito Internet del “Corriere della Sera” ha proposto un concorso
di idee per celebrare i suoi dieci anni di attività.

L’iniziativa è stata architettata insieme a Zoopa,
azienda che attraverso Internet ha lanciato una formula interattiva
di fare pubblicità, per dare la parola al talento creativo
dei lettori, chiedendo loro di raccontare come vedono e sognano la
Milano del futuro attraverso un video, una foto o una pagina
grafica.

Ed eccola, la città del futuro: una Milano efficiente,
partecipativa, innovativa e verde. Una città dove i mezzi
pubblici funzionano bene, dove il cittadino è protetto e
dove può lavorare ed esprimersi. Questa l’idea che esprime
il video in grafica girato da Hem, in “One day in next
Milano
“, vincitore del primo premio. Onirico.

Nel corto di Spera, secondo classificato, un milanese d.o.c. si
affaccia alla finestra e di fronte a sé il Duomo si rivela
in riva al mare, con il canto dei gabbiani ad accompagnare il
risveglio. Niente paura, è solo un sogno. L’uomo si allaccia
la cravatta, sollevato e sorridente. Mentre inizia una nuova
giornata di lavoro, il titolo di coda recita: “Affacciati alla realtà, per il mare
ci sarà tempo”
. Ironico.

Questi sono solo alcuni dei 500 lavori e più, caricati e
visibili sul sito di Zoopa. Un modo partecipativo per esplorare il
legame tra Milano e i suoi cittadini e dare voce a questo rapporto.
Svelandone i desideri e cercando di capire come pensano di viverla,
in cosa perfezionarla per renderla così unica. Gli zooper (i
creativi al lavoro, ndr), hanno così immaginato la capitale
simbolica dell’Italia degli affari, della moda, delle tendenze e
hanno scelto come la vorrebbero tra pochi anni, in occasione
dell’Expo 2015.

I tre ragazzi vincitori sono stati invitati a bordo dell’Eco-Bus di
Passengers, trasmissione mattutina di LifeGate Radio, in compagnia
di Ariele ed Eleonora, nel loro viaggio nella Milano che si
risveglia. In tutti i sensi.

Articoli correlati