Milano: loft per uffici da una vecchia area industriale

Vitofin e La Vetreria: nella zona di Milano un’antica vetreria è stata restaurata. Le novità progettuali della Vetreria sono notevoli

Un’antica vetreria sorgeva nel 1888 come bottega artigiana per la lavorazione del vetro. Oggi, dopo oltre un secolo, torna ad essere luogo di lavoro e creatività, presentandosi come un’elegante contaminazione di architettura moderna e archeologia industriale. Le novità progettuali della Vetreria sono notevoli, a partire dall’ispirazione, da una visione che ha consentito di scorgere nei lineamenti di vecchi complessi industriali gli spazi e le dimensioni di nuovi ambienti.

Alberto Villa, Amministratore Delegato di Vitofin, l’azienda che si sta occupando dei lavori per trasformare questa vecchia area industriale in loft per uffici, ci ha raccontato le caratteristiche del progetto.

Verranno utilizzate tecnologie ad alto risparmio energetico, come ad esempio la microcogenerazione. Si tratta di un motore endotermico, per intenderci quello della Fiat Panda che, metanizzato e catalizzato, produce energia elettrica e calore. Il motore serve per riscaldare gli ambienti e per creare l’acqua calda sanitaria. Il tutto è stato integrato con pompe di calore che sfruttano lo scambio termico col sottosuolo, grazie a sonde che vanno fino a 100 metri di profondità, e sistemi di recupero del calore nel ricambio di aria primaria di ogni unità.

Tanto calore va conservato con cura. E per l’isolamento?

A completare il quadro, un cappotto termico assoluto con serramenti a tripla lastra di vetro e doppia camera.

Cosa comporta, questo, in termini di risparmio?

Economicamente, queste accortezze progettuali si traducono in un costo energetico a metro quadro di 4 euro all’anno, sia per il caldo che per il freddo. Per un edificio normale si spendono anche 25/28,00 euro! Le metrature disponibili sono 110, 125 e 145 mq.

Articoli correlati