Mobilità sostenibile scolastica

Mobilità sostenibile scolastica: basta con le auto in doppia fila davanti alle scuole, basta con i vecchi scuolabus. Ora i bambini possono andare a scuola con i “pedibus” e i “bicibus”, itinerari ciclo-pedonali creati specificatamente per loro.

Mobilità sostenibile scolastica: grazie a manifestazioni internazionali come il “Walk School Day” o il “Walk School Week”, anche in Italia sono nate alcune iniziative che coinvolgono gli spostamenti casa – scuola – casa. A Roma, per esempio, nell’aprile di quest’anno è partito il progetto sperimentale “Scuolabus a piedi”, promosso da 4 Municipi della Città di Roma e dall’Assessorato alle Politiche di Promozione dell’Infanzia e della Famiglia. Ispirato a un’idea nata in Inghilterra (Paese guida nella riforma della mobilità scolastica, che ha ridotto del 20% il numero di scolari accompagnati a scuola con l’auto) consiste in un “autobus umano”, con capolinea, fermate e orari precisi. Fermata dopo fermata, i bambini vengono affidati agli operatori (due ogni 10 bambini) e, creando delle piccole carovane, si dirigono fino a scuola e viceversa. L’iniziativa ripartirà nei prossimi giorni durante il Walk School Week (dal 6 ottobre), con 5 scuole, per un totale di 200 scolari, i quali arrivano a percorrere anche un chilometro per ogni tragitto. Ma la speranza è che nel mese di gennaio 2004 il progetto si estenda a più Istituti, arrivando a coinvolgere 1000 bambini. A Reggio Emilia, si è invece puntato sulla bicicletta: 70 scolari, tra i 6 e gli 14 anni, hanno deciso di raggiungere le loro aule scolastiche con le due ruote. E’ stato così formato un treno – carovana di biciclette condotto, in condizioni di grande sicurezza, da operatori della polizia municipale. Altre iniziative di questo tipo, a testimonianza del crescente interesse verso iniziative di mobilità scolastica sostenibile, sono state realizzate a Monza e Firenze. A tal proposito invitiamo tutte le scuole e/o amministrazioni che abbiano promosso progetti di questo tipo a segnalarle alla sezione Ambiente di LifeGate. Alessandro Marchetti www.ecotrasporti.it

Articoli correlati