Napoli l’abbiamo disegnata così

la Feltrinelli Libri e Musica (ang. piazza dei Martiri), Napolidal 3 al 28 febbraio

Napoli non è mai quello che sembra. Anna La
Stella
, che ha fotografato i murales e i graffiti in giro
per la città e nella sua periferia, ha scelto di non
affidare alla memoria solo i muri dipinti, ma di elaborare le
immagini, renderle trasparenti e trasformare quindi la
realtà. Per ogni quartiere visitato ha ideato una copertina,
una sovrapposizione di immagini che descrivono la zona. E
così la distesa di case di Napoli bassa sbuca da un disegno
di gambe di donna. Oppure piazza del Plebiscito traspare dietro lo
sguardo arrabbiato di un ragazzo nero. A Scampia e Secondigliano
invece campeggiano ovunque le utopie sui muri, i murales di Felice
Pignataro, detto ‘o pittore. Porta il nome di Pignataro anche
l’associazione Gridas, acronimo di Gruppo risveglio dal sonno,
fondata dopo la scomparsa dell?artista, con l’obiettivo di
svegliare le periferie dal sonno della ragione e fare emergere i
loro sogni e le loro creatività. A Scampia, la lunga parete
che circonda una scuola costruita per metà, una volta doveva
essere grigia: oggi da vernici e disegni traspare tutta la rabbia
di chi vive sulla propria pelle l’essere periferia. Gli spray hanno
ricreato alla perfezione le Vele, ma su questo muro il mostro
urbanistico simbolo di un quartiere fa da sfondo a un’opera
pittorica che invece vuole offrire speranza: in primo piano
c’è una bambina dagli enormi occhi chiari, in mano ha una
margherita. Il cielo è azzurro, i capelli sono biondi, le
Vele grigie di nebbia.

la Feltrinelli Libri e Musica
via Santa
Caterina a Chiaia, 23 (ang. piazza dei Martiri) – 80121 Napoli
tel. 081.2405411 fax 081.2405450
Orari: lun-gio: 10.00-21.00 ven: 10.00-22.00 sab: 10.00-23.00 dom e
festivi: 10.00-14.00/16.00-22.00

ingresso libero

Articoli correlati