Nasce in Toscana la Commissione internazionale sul cibo

La partecipazione al Forum Sociale Europeo da parte della Giunta Toscana ha dato i suoi frutti: nasce a Firenze una Commissione internazionale sul cibo.

Nello scorso novembre, durante il Forum Sociale Europeo, Vandana
Shiva – scienziata indiana esponente di spicco del movimento
ecofemminista – incontrando Claudio Martini, presidente della
Giunta Regionale toscana, aveva evidenziato l’importanza della
collaborazione tra i movimenti e le istituzioni locali e in
particolare con Firenze, che riteneva la “sede più
appropriata per ospitare il meeting soprattutto perché la
Regione Toscana ispira molte delle sue politiche su principi
fondamentali del movimento come la scelta di uno sviluppo
compatibile e l’attenzione al recupero delle
biodiversità”.
Da quell’incontro è nata una interessante collaborazione che
ha portato alla costituzione di una commissione internazionale sul
cibo.

La commissione, presieduta dalla scienziata, avrà il compito
di mettere a confronto le diverse proposte sui temi relativi
all’alimentazione. Da una parte il Nord ricco, con i problemi
legati alla sovralimentazione, dall’altra il Sud colpito da una
delle più preoccupanti crisi alimentari, definita anche dal
Pam (Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite) “senza
precedenti”. A questo si aggiunge il costante accentramento del
mercato agroalimentare mondiale nelle mani di poche multinazionali,
l’inserimento di prodotti Ogm e la minaccia verso le
biodiversità delle specie presenti in natura.

Le contraddizioni di questo sistema alimentare impongono un
cambiamento in tempi rapidi. Il primo appuntamento è fissato
già questa settimana (4-5 febbraio prossimo) dove alcuni dei
massimi esperti internazionali si riuniranno a Firenze per due
giorni di confronto e proposte sui temi relativi
all’alimentazione.

I risultati saranno illustrati mercoledì 5 febbraio, alle
ore 13, durante una conferenza stampa che il presidente della
Regione Toscana Claudio Martini e Vandana Shiva terranno a Palazzo
Bastogi.

Sempre mercoledì, all’Auditorium del consiglio regionale,
gli esperti della Commissione incontreranno i cittadini toscani
provenienti dal mondo accademico, dalla produzione agricola, dalle
associazioni ambientaliste e dei consumatori, dalle amministrazioni
pubbliche.

Betti Pajè

Articoli correlati