Doccia fredda

Si tende a credere, che la doccia rinfreschi meglio e più velocemente. Tuttavia, quando siamo davvero molto accaldati non basta un breve contatto

Si tende a credere, che la doccia rinfreschi meglio e più
velocemente. Tuttavia, quando siamo davvero molto accaldati non
basta un breve contatto con l’acqua, anche se fredda, per abbassare
la temperatura corporea.

Occorre rimanere immersi nell’acqua almeno dieci minuti, per
ottenere un effetto più duraturo. Ecco perché, un bel
bagno nella vasca è senza dubbio più adatto a
sollevarci dalla calura estiva. Possiamo, inoltre, potenziarne i
vantaggi aggiungendo degli oli essenziali con una specifica azione
“rinfrescante”, ma anche rilassante, che agiranno
contemporaneamente sulla psiche, sulla pelle e su tutto il corpo,
in particolare sulle vie respiratorie.

Ecco come fare:

riempire la vasca alla temperatura desiderata (evitare l’acqua
molto calda). Al momento di immergersi, versare 15-20 gocce di olio
essenziale e mescolare subito con la mano per distribuirli. Se li
versate prima, infatti, profumeranno l’ambiente ma non
raggiungeranno più la vostra pelle: sono, infatti, molto
volatili. Per favorire una migliore diffusione dell’olio essenziale
si può mescolarlo con del sale, oppure emulsionarlo con un
cucchiaio di bagnoschiuma o detergente liquido.

La scelta dell’olio essenziale dipenderà dallo scopo che
desiderate raggiungere:

  • menta per ottenere un piacevole senso di freschezza;
  • melissa per rilassarvi profondamente;
  • rosmarino per tonificarvi e darvi nuovo sprint;
  • lavanda per favorire un sonno ristoratore;
  • salvia sclarea per far tornare il buon umore;
  • rosa, gelsomino o ylang ylang prima di un incontro
    amoroso;
  • arancio o cipresso contro muscoli indolenziti e contratti e
    contro i gonfiori.

Gudrun Dalla Via

 

Articoli correlati