Ogm

OGM una panoramica

OGM una panoramica: stiamo assistendo a una serie di scosse e sommovimenti nel mondo politico ed economico in tutti i settori coinvolti nell’OGM.

Ogm

OGM una panoramica

Il Parlamento europeo questa settimana (martedì) ha votato
per rafforzare e irrigidire le leggi che dovrebbero autorizzare
l’Europa a controfirmare il trattato di Cartagena, trattato che
regola i movimenti alle frontiere degli organismi geneticamente
modificati.

Un emendamento approvato dal Parlamento di Strasburgo
richiederà che un maggiore coinvolgimento e maggiori
controlli da parte dei paesi che vorranno importare alimenti OGM in
Europa.

Inoltre il Parlamento europeo richiama i governi a rafforzare le
regole sulla tracciabilità, in modo da garantire anche che
nel settore dei mangimi per animali l’importatore sia informato
dell’eventuale presenza di OGM.

L’opposizione – o meglio, la diffidenza – dell’opinione pubblica
agli Ogm è marcata in Europa e in tutta l’America del Sud.
Sono recentissime le notizie che anche in Cina le regole
“provvisorie” che limitano drasticamente l’importazione di OGM
potrebbero essere estese, e che in Australia è stata
proposta una moratoria su tutti gli esperimenti sui campi agricoli
di varietà di piante OGM. Non tutto va in questa direzione,
però: Agresearch, in NUova Zelanda, ha dato il via a una
serie di esperimenti genetici sulle mucche.

In questo contesto, si spiega perché, come mostrato da
un rapporto pubblicato dalla Soil Association,
il più autorevole (e il primo) ente certificatore ‘bio’
britannico, l’uso di cereali OGM abbia causato negli USA, dalla
commercializzazione dei primi raccolti OGM nel ’96, perdite
economiche globali per milioni e milioni di dollari, in relazione
all’agricoltura (qualità dei raccolti e rese), minori
esportazioni, contaminazione, impatto economico e cause legali.

Articoli correlati