OMS: meglio tornare al latte materno

Nel sud del mondo i bambini sono esposti a maggior rischio di malattie e morte perché non allattati con latte materno.

Un gruppo di ricercatori
dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, guidato da Jeremy
Lauer, ha preso in esame i tassi di allattamento in 94 paesi
sottosviluppati: dalla ricerca, pubblicata su BMC
Medicine
, risulta che troppi bebè vengono alimentati con
latte formulato anziché allattati al seno, e per questo
esposti a malattie che possono portare anche alla morte. Solo 2
bambini su 5 hanno la “fortuna” di crescere esclusivamente con il
latte materno, senza aggiunte di latte artificiale. E, dato allarmante, più
del 5% non sa nemmeno cosa sia il latte della mamma e viene
alimentato esclusivamente con latte artificiale.

Il latte materno è
l’unico in grado di proteggere i bambini dalle malattie: a dirlo
è la stessa OMS in una sua risoluzione del 2001. Allattare al
seno i bambini fino a 6 mesi significa allontanare la
malnutrizione, la polmonite e le pericolose malattie veicolate
dall’acqua.

Ed è proprio l’acqua
il nemico numero uno dei bambini nei paesi poveri: indispensabile
per diluire il latte in polvere, può facilmente contaminarlo.
E il latte in polvere è così costoso che le madri lo
“allungano” più del dovuto con l’acqua, diminuendone il valore
nutrivo. E quando il valore nutritivo scende, la malnutrizione
sale!

Paola
Magni

Articoli correlati