One world L’etica della globalizzazione

Quando si sfoglia “One world-L’etica della globalizzazione” si capisce quanto siano forti gli agganci tra le scelte individuali e le sorti della Terra.

Uno può prendere in mano questo libro dalla copertina bianca su cui si staglia un mondo a forma d’uovo dai colori pastello, e pensare: “un altro libro sulla globalizzazione”.

No:

  • Primo, l’autore: Peter Singer. Un filosofo che tutte le volte che ha parlato di qualcosa (dai diritti degli animali alla bioetica, fino all’eutanasia) ha fatto cataclismi. Nel senso che ribalta le prospettive.
  • Secondo, la traduttrice di questo libro, Paola Cavalieri, è una grande studiosa italiana di bioetica, a sua volta un’autrice importante, e ha sempre seguito Singer.
  • Terzo, l’inizio di questo libro è spiazzante: “i terroristi che distruggono grattacieli con gli aerei e proprietari delle auto sportive che contribuiscono all’effetto serra mettono a rischio il futuro dell’umanità”.

Poi lo si sfoglia, e si intrave quanto forti siano gli agganci tra il nostro comportamento individuale e le sorti del nostro pianeta. Perché il WTO proibisce alcune forme di protezione ambientale? Perché ci sono squilibri così tremendi nella distribuzione delle tecnologie, del cibo, dei farmaci? Cosa può fare ognuno di noi, oppure: quale nuovo punto di vista ci è offerto per osservare questo grande processo?

Tutti i grandi temi, “un’unica atmosfera”, “un’unica economia”, “un unico diritto”, Singer li affronta con lo stesso metodo, quello della valutazione dei diritti e dei doveri, di ciò che è giusto o sbagliato e in relazione a chi, o cosa: il metodo con cui ha sempre scosso, dalle fondamenta, gli scenari che ha sottoposto alle sue osservazioni.  Bisogna quindi andare in libreria per saperne di più del processo della globalizzazione. Sapere come affrontarlo e volgerlo secondo principi etici.

Peter Singer, l’autore di “One world, l’etica della globalizzazione”

Oltre ad avere scritto "Liberazione Animale", Peter Singer è l'autore di altri libri
Oltre ad avere scritto “Liberazione Animale”, Peter Singer è l’autore di altri libri contro lo specismo e lo sfruttamento animale come “Diritti animali, obblighi umani” e “One World. L’etica della globalizzazione”. (© Fairfax Media/Fairfax Media via Getty Images)

Peter Singer, professore di Filosofia e direttore del Centro Bioetica Umana a Melbourne, Australia, è autore, tra i molti, del libro che ha fondato l’etica dei diritti animali (Liberazione Animale, 1976, appena ripubblicato in Italia da Il Saggiatore) e dell’opera sulla bioetica Ripensare la vita (2000).

Due righe

La misura in cui saremo in grado di affrontare l’era della globalizzazione (e forse la possibilità stessa di saperla affrontare) dipenderà da come risponderemo eticamente all’idea che noi viviamo in un unico mondo.

Articoli correlati