Ozono contro la carie

L’ozono è un gas naturale che si produce durante i temporali, da oggi si potrà usare per distruggere battei e funghi dai denti

Il professor Lynch, della Queen’s University di Belfast ha messo
a punto una rivoluzionaria tecnologia, grazie alla quale non
è più necessario rimuovere la carie dal dente.
L’ozono distrugge completamente i batteri, i funghi e i virus con
cui entra in contatto. In questo particolare caso, annienta i
batteri che causano la carie, senza danneggiare in alcun modo il
dente. Anzi, il risultato straordinario è che il dente
sterilizzato inizia a rimineralizzarsi, ad autoripararsi.

L’ozono è un gas naturale che si produce durante i
temporali. Uno strato di ozono nell’atmosfera blocca i raggi solari
nocivi e gioca un ruolo vitale nel mantenimento di un ecosistema
favorevole alla vita.
L’apparecchio che permette l’ozonoterapia odontoiatrica si chiama
Healozone e produce ozono direttamente dall’aria atmosferica,
erogandolo sul dente in condizioni di sicurezza assoluta: infatti
l’ozono viene rilasciato solo se si mantiene un sigillo ermetico
sul dente trattato.
Il primo annuncio di questa eccezionale scoperta è stato
dato il 3 maggio 2002, in occasione del Congresso dell’Associazione
Odontoiatrica Britannica, dopo diversi anni di studi. I risultati
ottenuti nella pratica quotidiana ambulatoriale hanno confermato i
risultati delle ricerche.

I successi più eclatanti si riscontrano nel trattamento
delle carie delle superfici masticatorie e dei colletti, ma ci sono
prove della sua efficacia in molte altre situazioni. Poiché
l’ozono uccide tutti i microrganismi con cui viene a contatto, non
c’è branca dell’odontoiatria che non potrà trarre
vantaggio da questa tecnologia.

Francesco Santi

Articoli correlati