Perch

Quando in LifeGate Radio abbiamo detto che “il mondo soffoca se si continuano ad usare fonti energetiche come il petrolio, il carbone e il nucleare?, ci

In effetti nell’area delle centali nucleari non si hanno gravi
immissioni di
CO2 in atmosfera
. Ma cosa succede, prima? E cosa
succede, dopo?

Il fatto è che tutt’intorno, dalla prima fase all’ultima,
l’energia
nucleare
ha costi ambientali esorbitanti, naturalmente
traducibili in termini di CO2. Questi sono i fattori.

– Le prospezioni geologiche.

– L’estrazione dell’uranio.

– Il processamento dell’uranio come combustibile.

– Il costo dello
smaltimento delle scorie
– problema terribile e
irrisolvibile: in America milioni di
tonnellate di scorie
che rimarranno pericolose per
10.000 anni sono stipate nella Yucca Mountain, ma la questione ha
causato
gravi problemi sia amministrativi, che politici, che
strutturali
(l’amministrazione Bush nel 2004 ha
surretiziamente modificato i già blandi limiti di sicurezza,
avevamo seguito la questione).

– L’uranio
non è inesauribile
(ce n’è per 40 anni,
solo con le attuali centrali).

– La valutazione dei costi dei
possibili incidenti
.

– Sembra impossibile districare i programmi nucleari civili da
quelli bellici (caso Iran).

– La forma stessa della produzione energetica non va verso

il modello di “rete” diffusa
ma tende invece
all’accentramento e pare quindi avere una direzione
antistorica.

Sarà per questi motivi che nessuna
merchant bank
sostiene più costruzioni di nuove
centrali; che recentemente Deutsche Bank e Unicredit si sono
meritoriamente tirate indietro da controversi progetti
internazionali; che nessuno Stato occidentale ha più in
cantiere una centrale (tranne
una in Scandinavia che però è in forse
)
e la Germania ha già varato
un piano per chiuderle tutte
entro il 2050.

Sarà per questi motivi che pochi stati autoritari, che si
contano sulle dita d’una mano, stanno mettendo in cantiere centrali
nucleari, mentre in USA non se ne costruisce più una e in
tutta Europa si punta solo su
risparmio energetico
e
fonti rinnovabili
?

Articoli correlati