Nat Geo Music Live 22 aprile 2010

Pino Daniele

Il tema dell’Earth Day quest’anno è la biodiversità,
la ricchezza della vita, con particolare attenzione alla vita negli
oceani. La scelta di Pino Daniele sembra perfetta. “Ho sempre
scritto canzoni sul mare e più in generale sulle forze
naturali” ha dichiarato il cantautore al Corriere della Sera.

Siamo alla terza edizione di questo evento che Nat Geo Music
organizza in occasione dell’Earth Day, la Giornata Mondiale della
Terra. Due anni fa con Cesaria Evora e Vinicio Capossela, l’anno
scorso Ben Harper, i Relentless 7 e i Subsonica, e poi artisti
esordienti – Saba, Nneka – e dj set.

L’evento di quest’anno al Circo Massimo si apre con il dj Claudio
Coccoluto. Poi sul palco sale Rokia Traorè, cantante malese
che fonde jazz e tradizione africana. Guest internazionali, i
Morcheeba. Alle 20 Pino Daniele e con lui Gianluca Podio, da anni
al suo fianco alle tastiere, Omar Akim alla batteria (Weather
Report, Sting, Miles Davis), Matthew Garrison al basso (Pat
Metheny, Herbie Hancock), Mino Cinelu (Weather Report, Sting) e Mel
Collins (King Crimson, Rolling Stones, Clapton) al sax. A chiudere
la serata la Night Geo Sessions, una performance in cui le
sonorità selezionate e mixate da Claudio Coccoluto si
fonderanno con le immagini della natura di National Geographic
Channel, adattate dal visual artist DDG Crew.

Il concerto è trasmesso in diretta, oltre che sul canale 710
di Sky, anche sugli altri 17 canali Nat Geo Music presenti in
Europa e in Asia nonché sui canali National Geographic
Channel in circa 170 paesi, e su LifeGate Radio.

Come nelle due precedenti edizioni, anche quest’anno il concerto si
riconferma a Impatto Zero®: le emissioni di anidride carbonica
generate dall’evento sono ridotte e compensate con il progetto
LifeGate. “Sono sempre stato attento alle sorti del pianeta e
dell’ambiente – ha sottolineato ai giornali Pino Daniele – e
quest’occasione permette di mandare un messaggio importante a molte
persone. Per questo ho invitato musicisti speciali da tutto il
mondo: quando stai assieme e fai musica, la torre di Babele delle
lingue si perde… Ho fatto anche un concerto per la raccolta
differenziata col supporto del ministro dell’Ambiente Stefania
Prestigiacomo”.

Articoli correlati

Nat Geo Music Live Earth day con Pino Danele

“Chi tene ‘o mare s’accorge ‘e tutto chello che succede… chi tene ‘o mare ‘o ssaje porta ‘na croce”. Il poeta del Mediterraneo per il Nat Geo Music Live.

“Chi tene ‘o mare cammina ca vocca salata, ‘o sape ca è
fesso e cuntento, chi tene ‘o mare ‘o ssaje nun tene niente…” E’
il poeta del mare e della terra, l’autore di queste parole,
l’ideatore della chitarra del paradiso il protagonista del concerto
di quest’anno del Nat Geo Music Live a Roma, il 22 aprile. Il tema
dell’Earth Day quest’anno è la biodiversità, la
ricchezza della vita, con particolare attenzione alla vita negli
oceani. La scelta di Pino Daniele sembra perfetta. “Ho sempre
scritto canzoni sul mare e più in generale sulle forze
naturali” ha dichiarato il cantautore al Corriere della Sera.

Il concerto è trasmesso in diretta, oltre che sul canale 710
di Sky, anche sugli altri 17 canali Nat Geo Music presenti in
Europa e in Asia nonché sui canali National Geographic
Channel in circa 170 paesi, e su LifeGate Radio.

Siamo alla terza edizione di questo evento che Nat Geo Music
organizza in occasione dell’Earth Day, la Giornata Mondiale della
Terra. Due anni fa con Cesaria Evora e Vinicio Capossela, l’anno
scorso Ben Harper, i Relentless 7 e i Subsonica, e poi artisti
esordienti – Saba, Nneka – e dj set.

L’evento di quest’anno al Circo Massimo si apre con il dj Claudio
Coccoluto. Poi sul palco sale Rokia Traorè, cantante malese
che fonde jazz e tradizione africana. Guest internazionali, i
Morcheeba. Alle 20 Pino Daniele e con lui Gianluca Podio, da anni
al suo fianco alle tastiere, Omar Akim alla batteria (Weather
Report, Sting, Miles Davis), Matthew Garrison al basso (Pat
Metheny, Herbie Hancock), Mino Cinelu (Weather Report, Sting) e Mel
Collins (King Crimson, Rolling Stones, Clapton) al sax. A chiudere
la serata la Night Geo Sessions, una performance in cui le
sonorità selezionate e mixate da Claudio Coccoluto si
fonderanno con le immagini della natura di National Geographic
Channel, adattate dal visual artist DDG Crew.

Come nelle due precedenti edizioni, anche quest’anno il concerto si
riconferma a Impatto Zero®: le emissioni di anidride carbonica
generate dall’evento sono ridotte e compensate con il progetto
LifeGate. “Sono sempre stato attento alle sorti del pianeta e
dell’ambiente – ha sottolineato ai giornali Pino Daniele – e
quest’occasione permette di mandare un messaggio importante a molte
persone. Per questo ho invitato musicisti speciali da tutto il
mondo: quando stai assieme e fai musica, la torre di Babele delle
lingue si perde… Ho fatto anche un concerto per la raccolta
differenziata col supporto del ministro dell’Ambiente Stefania
Prestigiacomo, ma stiamo ancora nel casino. Sembra impossibile, ma
ogni anno è peggio. Le forze politiche devono smettere di
litigare fra di loro e trovare una soluzione”.

D’altro canto, si sa, “chi tene ‘o mare, ‘o ssaje, porta ‘na
croce”.

Articoli correlati