Scopri le spiagge più belle

Le dieci spiagge più belle del mondo Lonely Planet ha stilato una classifica in base al colore delle acqua, alla pulizia e alla particolarità della natura

Le dieci spiagge più belle del mondo…
Lonely Planet ha stilato una classifica in base al colore delle
acqua, alla pulizia del mare e alla particolarità della
natura che caratterizza il contesto.
Dahab, in Mar Rosso, offre acque cristalline con dei meravigliosi
fondali ricchi di una fauna senza eguali. In Lituania c’è la
penisola dei Curi, una striscia di terra ricoperta da sabbia
finissima e da un patrimonio ambientale protetto dall’Unesco. A
Zanzibar ecco la spiaggia di Jambiani, mentre l’Oceano Indiano
offre la suggestiva costa del Kerala, stato dell’India meridionale.
Le Pulau Perhentian sono un gruppo di isole tropicali della
Malesia, un vero e proprio paradiso terrestre, seguite da Isla
Mujeres in Messico, dove acque cristalline e palme tropicali
invitano al relax totale. In Australia è un paradiso per gli
appassionati di surf l’isola di North Stradbroke, a 30 km dalla
costa di Brisbane . Alle Hawaii ecco la particolare spiaggia di
Punalu’u che si distingue per la particolare sabbia nera e dove
è possibile imbattersi nelle tartarughe che depongono le
uova. Ko Pha Ngan in Tailandia è famosa per i viaggiatori
più avventurieri che si incontrano per il Party della Luna
Piena che si tiene tutti i mesi. Infine, nell’Oceano Pacifico le
Isole Kai offrono le spiagge più belle e suggestive
dell’Indonesia.

…e d’Italia
E’ ancora Pollica, in provincia
di Salerno, la regina dell’estate secondo la Guida Blu 2011 di
Touring Club Italiano e Legambiente, che ogni anno segnala le
migliori località di mare e di lago tenendo in
considerazione i fattori del rispetto della natura, l’acqua pulita,
le eccellenze enogastronomiche del territorio, paesaggi, luoghi
d’arte e l’ecologia. Insieme alla cittadina campana, immersa nel
Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano, altre 13
località conquistano le 5 vele, il massimo riconoscimento
assegnato dall’associazione ambientalista alle amministrazioni che
coniugano al meglio qualità del territorio, dei servizi e
politiche di tutela e sostenibilità. La Sardegna si conferma
la regione con la media più alta di vele (3,51) migliorata
ancora rispetto a quella dell’anno scorso (3,4) e vede anche una
nuova entrata nella rosa delle 5 vele, Villasimius (CA) che si
aggiunge a Posada (NU), Bosa (NU) e Baunei (OG). Con Maratea (PZ)
la Basilicata entra per la prima volta nell’Olimpo delle magnifiche
cinque vele mentre ne esce la Liguria, dove le Cinque Terre
quest’anno si fermano a 4 vele. Stabili la Toscana e la Puglia che
si piazzano tra le prime 14, rispettivamente, 3 e 2
località. Migliora ancora la Sicilia che conquista il
secondo posto con l’Isola di Salina (ME) e vede sventolare le 5
vele anche a San Vito Lo Capo (TP) e Noto (SR). New entry siciliana
anche tra le 4 vele con l’agrigentina Siculiana. La vetta raggiunta
per il secondo anno consecutivo da Pollica, la perla del Cilento,
è ancora più significativa in un contesto, come
quello campano, che paga una cattiva gestione del territorio
martoriato da abusivismo edilizio, rifiuti e mala depurazione e che
retrocede nella classifica della Guida Blu, passando da una media
di vele di 2,69 del 2010 a 2,34 di quest’anno.

Articoli correlati