Pizzoccheri con sarde e cavolfiore

I pizzoccheri con sarde e cavolfiore sono un piatto unico nutriente e saporito di cui esiste una variante con le zucchine tagliate a bastoncini.

indice_sostenibilita_03

di Francesca Marotta

Ingredienti per i pizzoccheri con sarde e cavolfiore per 4 persone

350 g di pizzoccheri
1 cavolfiore piccolo
1/2 chilo di sarde
1 cucchiaino di semi di finocchio
1 cipolla piccola
2 spicchi d’aglio
4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
1 bustina di zafferano§
sale e peperoncino

cavolfiore pizzoccheri sarde
Due minuti dopo aver buttato i pizzoccheri nell’acqua bollente, aggiungere il cavolfiore © ingimage

Preparazione

Pulire e filettare le sarde. Dividere a ciuffetti il cavolfiore. In una grande padella mettere 3 cucchiai d’olio insieme alla cipolla affettata, l’aglio schiacciato, i semi di finocchio e il peperoncino; far saltare a fuoco vivace per 1 minuto, disporre i filetti di sarde nella padella, salare, coprire, abbassare il fuoco e far cuocere per pochissimi minuti; le sarde sono cotte appena diventano opache e si sfaldano facilmente. Portare a ebollizione abbondante acqua salata, gettarvi i pizzoccheri insieme a 1 cucchiaio d’olio, far riprendere l’ebollizione e dopo 2 minuti di cottura aggiungere il cavolfiore. Un attimo prima di scolare i pizzoccheri, accendere il fuoco sotto la padella e mettere da parte 1 bicchiere scarso dell’acqua di cottura dei pizzoccheri: in quest’acqua sciogliere lo zafferano. Scolare i pizzoccheri con il cavolfiore, gettare il tutto nella padella, aggiungere l’acqua con lo zafferano e far saltare a fuoco vivace, mescolando con delicatezza per non frantumare troppo le sarde.

Varianti

Il cavolfiore può essere sostituito con delle zucchine tagliate a bastoncino; in questo caso le zucchine non vanno lessate, ma fatte saltare in padella prima di aggiungere le sarde.

Notizie e consigli

Ottimo piatto unico, ricco e saporito, contiene grassi cardioprotettivi, vitamina C, sostanze antitumorali e tanta fibra, oltre ad avere un rapporto ideale tra carboidrati, proteine e grassi.

Foto di copertina: © poverimabelliebuoni
Articoli correlati