Rimedi naturali

Primavera come energia vitale

Un colore, un profumo, un fiore ad azione antistress, per uscire dall’inverno rivitalizzandosi. Energia vitale delle piante fiorite

L'”orologio interno” dell’organismo subisce l’influenza delle
diverse condizioni di luce che si riscontrano nel corso dell’anno, l’energia vitale muta,
con il mutare delle stagioni. Questo richiede uno sforzo di
adattamento che lo impegna molto dal punto di vista energetico.

Lo stile di vita attuale non tiene conto di queste fisiologiche
variazioni, per cui tende a forzare questi ritmi, sotto la
pressione degli impegni e del lavoro. Questo predispone alla
comparsa della stanchezza stagionale.

Una giusta alternanza di attività e riposo, di tonificazione
e di rilassamento, è ottimale per il recupero
energetico.

Un Colore
L’Arancione è il colore dell’energia, della vitalità,
del rinnovamento. Stimola la respirazione e aiuta a rimettere in
circolazione l’energia. Portare indumenti arancioni, occhiali con
lenti di questo colore, o esporsi a una lampada con luce arancione,
aiuta a eliminare la sonnolenza mattutina, induce un senso di
benessere e gioia di vivere, scuote dall’apatia e arreca un
miglioramento intellettuale. In alternanza il Verde è il
colore antistress che rigenera a livello generale senza essere
stimolante.

Un Profumo
Al mattino, dopo una doccia tiepida, massaggiare con il
polpastrello del pollice il palmo delle mani e le piante dei piedi
con un po’ di crema alla quale sono state aggiunte 3 gocce di olio
essenziale di Rosmarino, che è una delle più efficaci
essenze naturali ad azione tonificante. Mentre si massaggiano le
mani, avvicinarle al viso e inspirare profondamente, per inalare
l’aroma, che può così stimolare il sistema nervoso
attraverso l’olfatto.
Un altro olio essenziale rivitalizzante è quello di Pino, da
applicare a livello lombare (2 gocce diluite in un po’ di olio da
massaggio). Alla sera un bagno caldo aromatico con Lavanda o
Sandalo (5-6 gocce da aggiungere all’acqua), rilassa e predispone
al riposo notturno.

Un Fiore di Bach
Il rimedio floreale di Bach per gli stati di esaurimento energetico
è Olive, quando la stanchezza è soprattutto fisica o
è una vera e propria spossatezza. Il rimedio è
Hornbeam se invece prevale la stanchezza mentale legata a surmenage
intellettuale e psichico, che porta a svogliatezza e a
difficoltà ad affrontare la routine, che si accusa
specialmente al mattino.

Maria Teresa Lucheroni

Articoli correlati